Denise Pipitone, Anna Corona non ci sta: “Lo sa tutta Mazara”

0
374

Denise Pipitone, Anna Corona non ci sta: “Lo sa tutta Mazara”. Lo sfogo della donna raccolto dalla giornalista Ilaria Mura

Mazara del Vallo vive da diciasette anni sotto un’enorme lente d’ingrandimento. Il 1 settembre del 2004 è una data impressa a fuoco sulla località siciliana e suoi suoi abitanti. Una bambina di soli quattro anni che scompare, Denise Pipitone, in un silenzio assordante. In diciassette anni tanti hanno parlato senza dire nulla. Qualcuno sicuramente sa di più rispetto a quanto riferito agli inquirenti, qualcuno sicuramente sa di più ma non parla assolutamente.

Ti potrebbe interessare>>> Denise Pipitone, l’ex Pm Angioni pronta alla difesa: “Voglio il processo”

Anna Corona è l’ex moglie di Piero Pulizzi, padre della piccola Denise Pipitone nonché madre di Jessica Pulizzi, anche lei accusata di aver avuto un ruolo nella scomparsa della bambina. Il nome donna e quello di sua figlia Jessica Pulizzi sono continuamente tirati in ballo nell’ambito delle indagini e questo sta rendendo la vita impossibile alla donna che alla giornalista Ilaria Mura confessa tutta la sua rabbia per una situazione che si trascina ormai da ben diciassette anni.

Lei e sue figlie Jessica ed Alice non hanno nulla a che fare con la drammatica scomparsa della piccola Denise, insiste la donna. Anna Corona ritorna a parlare del tradimento di suo marito Piero Pulizzi con Piera Maggio, dalla cui relazione extraconiugale nacque Denise, per ribadire fermamente che il tradimento del marito non può essere ritenuto il movente dell’azione criminale.

La difesa di sua figlia Jessica

Se Jessica Pulizzi insultò Piera Maggio, continua Anna Corona, era soltanto perchè la giovane la riteneva responsabile della distruzione della sua famiglia. Una ragazza non può certo pianificare ed organizzare un atto criminale di quella portata. Uno sfogo che porta la donna a dire: “Ma tu per un paio di corna vai a toccare una bambina?”. Lo schiaffo ricevuto da Jessica da un poliziotto è una ferita aperta per Anna Corona e segno di un punto di non ritorno, di una situazione divenuta ormai insostenibile per lei e per i suoi familiari.

Ti potrebbe interessare>>> Denise Pipitone, una lettera anonima: emergono tre nomi

Le sue ultime parole alla giornalista Mura non fanno altro che ribadire la totale estraneità sua e delle sue figlie: “Io posso dire che camminerò sempre a testa alta per Mazara. Tutta la città sa che noi non c’entriamo nulla”. Altre parole, altre valutazioni da fare, per una storia che sembra non dovrà mai avere una fine.