Laura Fedele, una jazzista a The Voice Senior: carriera e curiosità

0
82

Laura Fedele, una jazzista a The Voice Senior: carriera e curiosità di un’artista dal prestigioso curriculum

Screenshot Laura Fedele
Screenshot Laura Fedele

Il meraviglioso e stimolante piacere di mettersi sempre in discussione. Non conta l’età, non conta il passato, ancorché glorioso, conta il desiderio di confrontarsi, magari anch con chi è più giovane e più bravo. L’importante è avere quella spinta che non ti faccia mai sentire arrivato, quel sacro fuoco che ti motivi ad apprendere sempre cose nuove, indipendentemente dai maestri che s’incontrano.

Ti potrebbe interessare>>> Stasera in TV 17 luglio, cosa vedere: The Voice Senior o Rio

Laura Fedele è esattamente così. Quel sacro fuoco l’ha spinta a partecipare al Talent Show del sabato sera condotto da Antonella Clerici,The Voice Senior“, nonostante un illustre passato ed un curriculum che farebbe impallidire anche molti dei giudici presenti in trasmissione. Non è certo una dilettante allo sbaraglio, ha un’importante produzione discografica alle spalle dove, accanto alle cover, vi sono tanti brani originali frutto esclusivo del suo talento.

Che la musica avrebbe ricoperto un ruolo importante nella sua vita lo si è compreso presto. All’età di cinque anni già muove con maestria le sue piccole mani sulla tastiera di un pianoforte, non prende lezioni, è autodidatta. Il resto lo fa soltanto la sua passione per la musica. Rimane incantata dalle sonorità Jazz e partecipa al Jazz and Heritage Festival di New Orleans ed al Just like a woman, a fianco di nomi quali Patty Smith e Dee Dee Bridgewater. Scusate se è poco.

Ti potrebbe interessare>>> Clementino: “Dopo ‘The Voice Senior’ sogno un programma tutto mio”

Durante la sua lunga carriera ha composto ben dodici dischi, tra cui l’album “Laura Fedele” presentato nel 1996 alla Rassegna della canzone d’autore Premio Tenco. Per lei parla una carriera lunga e ricca di soddisfazioni. Laura Fedele è stata eliminata in semifinale al Talent Show “The Voice Senior”, ma l’aver partecipato, accettando il rischio di un’eliminazione, è la conferma della sua volontà di non adagiarsi sugli allori, ma proseguire la sua carriera per continuare a suonare e ad imparare, sempre ed ovunque.