Coronavirus, Salvini dice no a chiusure e coprifuoco: “Basta terrore”

0
104

Coronavirus, il leader della Lega Salvini a Jesolo dice che con la variante Delta bisogna essere prudenti ma non terrorizzati

corinavirus salvini
Credit: Andreas Gebert/Getty Images

Continua il tour di Matteo Salvini per promuovere il referendum sulla giustizia. Da Jesolo il leghista tocca anche altri temi e ovviamente il Covid è tra questi. La campagna vaccinale continua a destare polemiche soprattutto a destra dopo che Lollobrigida di di Fratelli d’Italia ha detto che rivedrebbe l’obbligatorietà dei vaccini per gli under 40.

“Non sono no vax” ha detto Salvini, affermando che i genitori anziani sono vaccinati, richiamando alla prudenza che ci costringe le varianti e in particolare quella Delta che in Italia sta avendo maggiore diffusione, ma non vuole che ci sia terrore e soprattutto che qualcuno insegua il “figlio che ha 18 anni con un tampone o con una siringa”.

Chiarisce la posizione della Lega: sì ai vaccini e convivenza con il virus “così come con altri” perché la variante Delta è più contagiosa ma fa meno morti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Matteo Salvini: Con il Covid dovremo conviverci per dieci anni

Coronavirus, Salvini: “No Green pass alla francese”

Salvini a Jesolo (screen video Facebook)

La prudenza richiamata per Salvini deve essere particolare per gli anziani mentre i giovani devo essere liberi di divertirsi. È contrario al coprifuoco e alle varie restrizioni ribadendo che non vuole sentire parlare di chiusure. Si è schierato contro la proposta del Green pass alla francese: “Leggevo di multe di 400 euro – ha detto – intanto ne sbarcano a carrettate in Sicilia senza green pass”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Finanziamento illecito, Renzi: “Sono tranquillo, nulla di illegale”

Sempre sul tema Covid fanno discutere le parole del deputato Francesco Lollobrigida di Fratelli d’Italia. È rimasto contagiato dal Covid e si è vaccinato con Johnson ma è contrario ai vaccini per chi ha meno di 40 anni. È dell’idea che si ha tra i 40 e 50 anni dovrebbe riflettere se farlo e in un’intervista a Repubblica ha dichiarato che lui stesso, che di anni ne ha  49, ha riflettuto moltissimo se farlo, affermando che “le vaccinazioni non garantiscono dall’infezione”,