Ragazzo morto dopo una TikTok Challenge finita male

0
253

In Oklahoma, negli Stati Uniti, un ragazzo è morto dopo aver tentato la Blackout Challenge, popolare e pericolosa sfida diffusa tra i giovani utenti di TikTok.

tiktok, morto un ragazzo dopo una challenge
Credit: Drew Angerer/Getty Images

La Blackout Challenge di TikTok miete un’altra giovane vittima. La drammatica notizia arriva dagli Stati Uniti: un ragazzo dell’Oklahoma, di cui non sono state rese note le generalità, è morto lo scorso martedì dopo aver tentato l’estrema sfida popolare tra gli iscritti del social media. Secondo quanto reso noto dall’agenzia di stampa KOKH, la polizia ha spiegato che il giovane è stato trovato in un appartamento della città di Bethany privo di sensi e con evidenti segni sul collo.

Come confermato dal New York Post, a collegare la tragedia con TiKTok sarebbe stata la sua stessa famiglia, la quale avrebbe riferito agli inquirenti che prima di morire il ragazzo stava tentando proprio la pericolosa sfida social. Poche ore dopo essere stato ricoverato in ospedale, il giovane è morto: inutili i tentativi dei medici di salvargli la vita. Le indagini sul tragico accaduto sono ancora in corso.

Ti potrebbe interessare anche -> Morta Maga Margot, celebre tiktoker di Afragola: cosa le è successo

TikTok, ragazzo morto dopo la Blackout Challange: cresce la preoccupazione

La Blackout Challenge è ormai nota in tutto il mondo per il suo grado di pericolosità. Le morti causate dalla sfida sono già numerose in tutto il mondo, con alcuni casi che si sono registrati anche in Italia (secondo una ricerca di Skuola.net 1 giovane su 5 l’avrebbe tentata almeno una volta). L’estrema challenge prevede che i partecipanti si debbano legare qualcosa al collo, come un cintura o una corda, resistendo il maggior tempo possibile. Le autorità hanno spesso messo in guardia gli utenti spiegando che si può andare incontro a svenimenti, convulsioni, danni cerebrali e morte.

Ti potrebbe interessare anche -> Influencer muore in un tremendo incidente stradale

Dopo la tragica notizia del giovane di Bethany, in Oklahoma, il dipartimento di polizia cittadino ha diffuso un comunicato stampa per esortare le famiglie a mantenere alta la guardia. “Vorremmo avvertire tutti i genitori – si legge – di prestare sempre attenzione ai loro figli e a dedicare del tempo a monitorare quello che fanno sui social media”. TikTok negli ultimi mesi ha avviato una campagna per scoraggiare i comportamenti potenzialmente pericolosi, andando a eliminare i contenuti che non rispettano gli standard.