Luigi Samele: la seconda medaglia dell’Italia dalla sciabola

0
263

In finale nella scherma arriva Luigi Samele: la seconda medaglia dell’Italia dalla sciabola, ecco chi è l’atleta foggiano.

(Elsa/Getty Images)

Ha compiuto un’impresa incredibile Luigi Samele, esperto schermidore italiano: il foggiano classe 1987, infatti, pochi minuti fa, ha battuto il quotatissimo Junghwan Kim. La sua rimonta è stata davvero spaventosa: a metà sfida era sotto 8-5, quindi si è ritrovato sotto per 12-7, ma ha fatto l’incredibile. Otto stoccate consecutive e vola in finale.

Ti potrebbe interessare –> Jessica Springsteen, la figlia del Boss che sogna le Olimpiadi

Per lui nel primo pomeriggio un’impresa quasi impossibile: sfiderà infatti il fuoriclasse ungherese Aron Szilagyi, campione olimpico sia a Londra 2012 sia a Rio de Janeiro 2016. Allenato da Andrea Terenzio, Luigi è fratello di Riccardo Samele arbitro internazionale di scherma ed è tesserato per le Fiamme Gialle. Il suo curriculum è davvero incredibile.

Ti potrebbe interessare –> Vito Dell’Aquila, chi è la prima medaglia olimpica italiana

Chi è Luigi Samele: medaglia olimpica nella sciabola per l’esperto foggiano

Ha vinto 3 volte i Campionati europei di scherma nella sciabola a squadre e le prove di Coppa del Mondo di scherma a Chicago nel 2014 e a Cancun nel 2016. Ha vinto un bronzo olimpico nella sciabola a squadre nel 2012 a Londra, ma dal punto di vista individuale non ha ottenuto i medesimi riconoscimenti. Anche se comunque in carriera ha anche vinto la medaglia d’oro nella prova individuale ai Mondiali Cadetti di Plovdiv.

Per quattro volte, al termine della stagione, riesce a entrare nei migliori dieci del Ranking finale della Coppa del Mondo di scherma sciabola individuale ed è davvero uno schermidore dall’esperienza incredibile. Grazie a questa esperienza, è riuscito a ottenere una serie di risultati importanti. Ma a 34 anni da compiere proprio domani, non ci sono dubbi che per il campione della sciabola italiana questo sia il risultato più prestigioso di una carriera già immensa.