Angela Carini: lutto per l’olimpionica azzurra, morto suo padre

0
326

La vita, e non il ring dove ha perso ai punti agli ottavi di finale del torneo olimpico per i pesi welter, ha messo ko l’olimpionica azzurra Angela Carini: morto suo padre

(Polizia di Stato)

Dal sogno olimpico al dolore più atroce: un gravissimo lutto ha colpito Angela Carini, la 22enne di Afragola, grosso centro della cintura metropolitana di Napoli, stella del pugilato italiano, la cui avventura ai Giochi Olimpici di Tokio 2020 si è conclusa agli ottavi di finale del torneo dedicato alla categoria dei pesi welter, battuta di misura per 3-2 (30-27, 29-28, 29-28, 28-29, 28-29) dalla rappresentante di Taipei Chen Nien-Chin, già campionessa del mondo nel 2018.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Meteo 30 Luglio: caldo afoso e umido al Sud e forti temporali al Nord

Angela ha perso, appena rientrata in Italia, l’amato padre Peppe (come tutti lo chiamavano, ex poliziotto, da tempo costretto a stare su una sedia a rotelle dopo un incidente in servizio. A dare la ferale notizia della morte del padre della giovane – che ha dedicato un commosso ricordo al genitore sui propri profili social – è stata la Federazione Pugilistica Italiana.

Angela Carini: lutto per l’olimpionica azzurra, morto suo padre. “Un grande uomo e un grande poliziotto”

Nel comunicato con cui la Federazione Pugilistica Italiana ha reso noto la dipartita dell’amorevole padre, Giuseppe Carini, per tutti “Peppe”, di Angela si sottolinea come quest’ultimi abbiano sempre lottato insieme sul “ring della vita” che ha messo a dura prova entrambi senza però mai scalfire quel profondo legame che li univa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Lutto nella musica: morto Johnny Ventura, star del merengue

“Peppe è stato un grande uomo e un grande poliziotto che, nonostante le difficoltà – si legge nel comunicato della FIT – ha saputo infondere forza, coraggio e amore ai propri figli lasciando loro una preziosa eredità di valori e principi che ne illuminerà sempre il percorso. Con onore e con la dignità, che distingue le persone speciali, Peppe non è mai sceso dal quadrato contribuendo in modo determinante al sogno di Angela che, ora più che mai, dovrà essere alimentato dal ricordo indelebile di così tanta saggezza e passione. A nome e per conto del Consiglio Federale e dell’intero movimento pugilistico italiano esprimo le più sentite condoglianze ai figli Angela Carini e Antonio Carini, alla moglie Tina Marullo ed a tutta la famiglia”.