Sky continua a perdere pezzi: ecco chi lascia

0
552

Lascia Sky uno storico telecronista storico. Nel frattempo Sky Sport non ha più i diritti per trasmettere la Serie A al completo.

Il canale di sport targato Sky, perde un altro componente importante del sua squadra: Riccardo Trevisani lasci Sky Sport. Dopo Lele Adani ed altri colleghi tra giornalisti ex calciatori, arriva a sorpresa l’annuncio dell’addio anche da parte del telecronista. Nessuno se lo aspettava perché Trevisano è da sempre uno dei volti storici dell’emittente satellitare che, fin dal 2004, ha intrattenuto i tifosi con le sue telecronache.

La decisione viene annunciata dallo stesso telecronista sul suo profilo Instagram: in cui ricorda il suo percorso nella rete Sky dal lontano 2004. Un percorso lunghissimo ed entusiasmante, lo definisce Trevisani, ma anche molto complesso, e troppo spesso giudicato sulla base del tifo calcistico. Nonostante tutto Riccardo afferma di non poter piacere a tutti e ringrazia l’emittente televisivo privato per cui ha lavorato per 17 anni.

POTREBBE INTERESSARTI: Trofeo “Berlusconi”, il Monza sfida la Juventus: non c’è Cristiano Ronaldo

Dunque Riccardo Trevisani si aggiunge ad altri due telecronisti, Marco Cattaneo e Massimo Ambrosini, che hanno deciso di passare a lavorare per Dazn, e all’esclusione di Lele Adani. Lo stesso Trevisani potrebbe passare a Dazn oppure potrebbe traslocare verso la tv pubblica, ma questo non è ancora chiaro.

Sky perde i diritti per la Serie A

Sky ha definitivamente perso quasi tutti i diritti tv per ben tre stagioni del campionato di calcio, e perde anche la possibilità di avere gli Highlight, cioè i riassunti delle partite. La decisione è stata presa proprio dalla Lega Serie A che ha deciso di non mettere in vendita del tutto il pacchetto e così a Sky non restano che tre match non in esclusiva e le relative sintesi.

Un’ulteriore sconfitta è stata la perdita della volontà di rivedere il contratto portato alla luce all’Antitrust da Sky verso Tim e Dazn. Ebbene a quanto deliberato, il suddetto accordo è perfettamente regolare e la Serie A resterà in mano a Tim e Dazn, senza alcuna possibilità di essere trasmessa via satellite da Sky.a

Dunque l’accordo prevede che apparterranno a Danz i diritti sulle prossime tre stagioni e conseguentemente  Dazn ha stretto un accordo con Tim per 350 milioni di euro, perché quest’ultima abbia l’esclusiva e possa vendere allo stesso tempo pacchetto internet e abbonamento calcio.