Elezioni Roma, chi è la prima candidata con il velo

0
510

Elezioni Roma, la figlia dell’imam della Magliana Mariam Ali nelle liste: “Sono romana e non rappresento i musulmani in Italia”

Elezioni Roma
Mariam Ali (foto Instagram)

Si chiama Mariam Ali e oltre ad essere la candidata più giovane per le prossime elezioni al Comune di Roma, è anche la prima che porta il velo. 23 anni, figlia dell’Ima della Magliana, è sorella dell’influencer Tasnim Ali, giovane molto noto sulla piattaforma Tik Tok.

Proprio attraverso un social, Instagram, ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a candidarsi in sostengo di Roberto Gualtieri sindaco nel centrosinistra e di Gianluca Lanzi all’XI Municipio. Roma è la città dov’è nata e cresciuta e “conosco le esigenze e le mancanze”, ha detto.

La famiglia ha origini egiziane ma lei ha voluto subito mettere in chiaro una cosa. Essendo nata e cresciuta a nella capitale, il velo e la sua religione nulla c’entrano con l’impegno politico che ha deciso di mettere per la città. “Non mi sto candidando per rappresentare i musulmani in Italia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Attacco hacker regione Lazio, trovato pc da dov’è partito

Elezioni Roma, Mariam Ali: “Il velo non passa inosservato”

Screen Instagram

Una precisazione quella sulla religione che può sembra inutile ma è invece necessaria. La giovane studentessa de La Sapienza è consapevole che il velo “non passa certo inosservato” e che la sua religione è un stimolo per dare senza ricevere, come il credo e suo padre le hanno insegnato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Eleonora Brigliadori, parole choc contro il vaccino: “Ecco che fine farete”

Se a Roma è la prima volta per una donna con il velo, in Italia è già successo altrove e purtroppo non sono mancati gli insulti. Era nell’aprile 2019 quando a Montoro, nell’avellinese, Nasri Assiya, studentessa di matematica 20enne candidata per il Movimento 5 stelle in sostegno di Silvia Romano, fu vittima di insulti quando in città apparve il suo manifesto elettorale dove la ragazza e aveva il velo islamico che le copriva il capo.