Claudia Mori: la moglie di Celentano e Non succederà più

0
289

Curiosità su Claudia Mori: la moglie di Adriano Celentano e Non succederà più, il brano tormentone quasi 40 anni dopo.

(screenshot video)

Il Festival di Sanremo del 1982, condotto per la terza volta consecutiva da Claudio Cecchetto, affiancato dall’allora debuttante Patrizia Rossetti, vide una serie di trionfi e di belle scoperte. Partiamo dal vincitore: Riccardo Fogli con “Storie di tutti i giorni”. Il brano è diventato un classico della musica italiana, ma quell’anno furono tanti i brani poi divenuti celebri.

Ti potrebbe interessare anche -> Sanremo: vestiti e performance stravaganti al Festival

Secondi arrivarono Al Bano e Romina Power con il brano Felicità, mentre il premio della Critica venne assegnato a Mia Martini con E non finisce mica il cielo. Spulciando la classifica, troviamo una serie di artisti poi diventati famosi e in fondo, tra coloro che giunsero in finale, ma vennero esclusi nel corso della gara troviamo Vasco Rossi con Vado al massimo.

Ti potrebbe interessare anche -> Sanremo 2022: annunciato il nuovo conduttore – VIDEO

La storia di Non succederà più di Claudia Mori: come nasce un tormentone

In gara c’erano anche Zucchero Fornaciari, Michele Zarrillo – peraltro con Una rosa blu, il suo brano più famoso, scartato prima della serata finale, Orietta Berti, Claudio Villa, Anna Oxa, Viola Valentino e Bobby Solo. Insomma, un cast di grande rilievo, che però venne oscurato nella serata finale da Claudia Mori, moglie di Adriano Celentano e madre di Rosita, Giacomo e Rosalinda Celentano. La cantante e attrice era fuori concorso e tornava a Sanremo, che aveva vinto in coppia col marito nel 1970 con Chi non lavora non fa l’amore.

Sul palco dell’Ariston, nella finale del 1982, Claudia Mori portò invece un brano che poi divenne il singolo più venduto del Festival di Sanremo. Stiamo parlando di Non succederà più, scritto da Giancarlo Bigazzi e che Claudia Mori canta insieme ad Adriano Celentano. Questi entra in scena nella parte finale della canzone, che ancora oggi è uno dei brani più ballati nelle serate revival. Ma non solo: del brano esistono le cover di Gennaro Cosmo Parlato, ma soprattutto di Elettra Lamborghini e Myss Keta, che riproposero la canzone nella serata dei duetti al festival di Sanremo 2020.