Giulia Ghiretti, la campionessa paralimpica e l’incidente che ha cambiato tutto

0
409

Giulia Ghiretti, la campionessa paralimpica parteciperà ai Giochi di Tokyo, la sua presenza è stata confermata negli ultimi mesi.

Giulia Ghiretti, chi è la nuotatrice, ha affrontato un incidente che le ha cambiato la vita (Foto dal web)
Giulia Ghiretti, chi è la nuotatrice, ha affrontato un incidente che le ha cambiato la vita (Foto dal web)

Nel 2010 la nuotatrice era una ragazza che amava studiare, la sua famiglia, gli amici e soprattutto amava fare sport. Quando aveva 16 anni nel compiere un esercizio al trampolino elastico, per il quale aveva maturato una certa esperienza.

Scivola e cade sulla schiena, riportando una lesione dorsale, con alcune operazioni ha dovuto affrontare la riabilitazione per poi giungere all’incontro che gli cambierà la vita, ovvero quello con il nuoto, il quale accade proprio nei primi mesi della sua riabilitazione.

La ragazza decise subito di praticare nuoto, proprio perché voleva essere libera di sentire il suo corpo, la sua fortuna è stata proprio quella di incontrare sin da subito lo sport della sua vita, proprio perché il nuoto è riuscito a cambiarle la vita in tutti i sensi.

La nuotatrice è diventata con il tempo un’icona e un esempio da seguire per i giovani, è simpatica, spigliata ed ha ricevuto il titolo di Ambasciatore dello Sport Paralimpico riconosciuto dal Comitato Italiano Paralimpico.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bebe Vio e Federico Morlacchi: i nostri due portabandiera alle Paralimpiadi

Giulia Ghiretti, conosce bene il valore del suo titolo, la schiettezza e la sincerità sono i suoi talenti

L’atleta ha dichiarato in più occasioni di essere onorata di ricoprire un ruolo così prestigioso, proprio perché inizialmente tutto era strano, si rendeva conto solo che in molti la osservavano.

Con il tempo è riuscita ad entrare nella parte, capendo che la cosa più bella del suo percorso era la strada che aveva dovuto affrontare per riuscire a diventare un’Ambasciatrice.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Anna Adamo, modella disabile: “Il nostro non è un limite”

La campionessa della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, ha conquistato un argento e un bronzo nelle Paralimpiadi di Rio 2016, la nuotatrice vice con serenità i traguardi raggiunti.

Il peso è lo stesso che prova nel momento in cui indossa la maglia della nazionale italiana, proprio perché la scritta “Italia” rappresenta un modo di fare e di essere del suo paese.

In poche persone hanno questo privilegio, perciò per chi riesce a farlo deve essere un modello, un esempio e un punto di riferimento per chi cercherà di ottenerla con il proprio percorso personale.