Ylenia Carrisi, Romina Power perde la pazienza: la dura reazione

0
312

Nuova bufala su Ylenia Carrisi, Romina Power perde la pazienza: la dura reazione della cantante dopo le falsità diffuse.

(Instagram)

La bomba lanciata dal sito Dagospia in Pillole di gossip, riguardante un presunto incontro tra Yari Carrisi e la sorella Ylenia a Santo Domingo, sta facendo molto discutere. Il primo a smentire, a pochi minuti dalla pubblicazione della notizia, rilanciata anche da altri siti Internet, è stato proprio il figlio di Albano e Romina. “Questa notizia speculativa è falsa”, ha affermato l’uomo. Ma la sua non è stata l’unica reazione stizzita a quanto emerso nel pomeriggio, notizia che peraltro rimbalza da diverso tempo in Rete.

LEGGI ANCHE –> Al Bano, il dramma della scomparsa di Ylenia: “Ho messo in dubbio la fede”

Ci ha pensato sua madre, Romina Power, a gridare la sua indignazione per quanto accaduto. Come noto, peraltro, in più occasioni la cantante non ha smesso di manifestare speranza nel poter riabbracciare la figlia un giorno e in concomitanza con compleanni, anniversari della scomparsa o altri anniversari importanti, non perde occasione di ripostare foto di lei e con lei.

LEGGI ANCHE –> Yari Carrisi ha incontrato Ylenia? Ecco le sue parole

Il duro affondo di Romina Power contro le fake news sulla figlia Ylenia Carrisi

(foto da Instagram)

Stavolta però Romina Power è davvero furibonda per quanto sta accadendo alla sua famiglia, con l’ennesima speculazione su una tragica vicenda che li ha riguardati e il cui dolore non si è mai sopito. “Ma quando è che la smetterete di speculare sulla mia famiglia?”, si domanda stizzita la cantante. Poi ancora: “Quando è che la smetterete di riempire la testa delle persone con becere balle? Vi dovete solo vergognare”, è la sua conclusione. Conclusione che trova d’accordo i tanti follower che seguono Romina Power sul suo profilo Instagram.

Pagine di fan del duo Albano e Romina che oggi attaccano: “Ma dove arriva la cattiveria della gente? Vergognatevi”. Ci sono anche tante persone comuni che sostengono come tutto questo sia davvero eccessivo e chiedono come mai non vengano presi provvedimenti contro chi diffonde e alimenta queste notizie. “Per speculare sul dolore delle famiglie ci vuole tanto coraggio e cattiveria”, sottolinea ancora qualcuno. Intanto però a quasi 28 anni dalla scomparsa della figlia di Albano Carrisi e Romina Power la verità sull’accaduto resta un miraggio.