Carlotta Gilli, la malattia della star del nuoto campionessa mondiale

0
595

Carlotta Gilli, la nuotatrice paralimpica ha vinto diverse medaglie tra cui 4 ori e 2 argenti negli Europei di Funchal e ha anche raggiunto il record del mondo nei 100 dorso.

Carlotta Gilli, chi è la nuotatrice che convive con una difficile malattia (Foto dal web)
Carlotta Gilli, chi è la nuotatrice che convive con una difficile malattia (Foto dal web)

Il suo piatto preferito è la pizza, ama moltissimo i dolci, la sua “crush” è Raul Bova e lo apprezza ancor di più proprio per la serie tv “Buongiorno Mamma”, quello che ama di lui è anche il fatto che ama nuotare proprio come lei.

La nuotatrice paralimpica è affetta dalla malattia di Stargardt, la quale le ha fatto perdere la vista con il passare degli anni, la 20enne è un esempio di forza, tenacia e talento fuori dal normale.

L’atleta è stata scelta come nuova ambassador per P&G Italia, nei Giochi di Tokyo porteraà diversi messaggi di solidarietà e inclusione proprio per l’iniziativa “La tua bontà e la tua grandezza”, celebrando gli atleti e la loro forza e impegno per creare un mondo più inclusivo e sostenibile.

La nuotatrice è anche impegnata con Telethon e si impegnerà con i volontari della Croce Rossa Italiana per fornire un aiuto alle famiglie più in difficoltà nel territorio italiano.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Multa di 400 euro per Bebe Vio: era al bar con gli amici dopo…

Carlotta Gilli, in poche parole può essere definita bella, talentuosa e determinata

La sua giornata tipo si svolge con lo studio al mattino, mentre nel pomeriggio si allena in acqua e poi in palestra. Prima di una gara cerca di riscaldarsi a secco per poi entrare in acqua.

Una volta indossato il costume per la gara si ritira nel suo camerino per rilassarsi ascoltando musica, mentre nelle gare meno importanti ama parlare con i suo compagni.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bebe Vio e Federico Morlacchi: i nostri due portabandiera alle Paralimpiadi

Nel momento in cui la gara è terminata pratica di routine il defaticamento in acqua, per poi tornare dal suo allenatore e commentare la gara con lui cercando i punti di forza e gli errori commessi in gara.

I suoi modelli da seguire sono Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, sin dalla tenera età li ha visti come dei veri e proprio idoli, crescendo ha imparato a gareggiare con loro.

La malattia di Stargardt le ha portato via 9/10 per i suoi occhi, la nuotatrice ha dichiarato di avere i sensi sviluppati in maniera equilibrata, questo è stato possibile per sopperire la mancanza della vista, tutti i sensi fanno qualcosa in più ma in modo equilibrato.