Milan-Lazio 2-0, dominio Diavolo: pagelle e tabellino

0
64

I rossoneri si impongono a San Siro. I biancocelesti non riescono a reagire alle reti di Leao e Ibrahimovic

Milan-Lazio, pagelle e tabellino

Milan-Lazio, pagelle e tabellino

Milan-Lazio, pagelle e tabellino – Dopo Napoli-Juventus si gioca anche l’altro big match della terza giornata di campionato. Il Milan ospita a San Siro la Lazio per raggiungere in vetta il Napoli. Entrmbe le squadre, quella di Stefano Pioli e quella di Maurizio Sarri, sono al momento a punteggio pieno, circostanza che dà lustro alla partita. Il Milan molto meglio nella prima mezz’ora di gara, giocando in modo aggressivo e con passaggi non troppo lunghi. La Lazio fa invece fatica a uscire dalla propria area di rigore, con Ciro Immobile che di fatto non riesce mai a ricevere palloni utili in avanti. Unica chance biancoceleste nella prima frazione di gioco è nata da un inserimento di Milinkovic-Savic, mentre sono diverse quelle dei rossoneri, soprattutto sulla corsia di sinistra. Leao manda in vantaggio il Diavolo, poi nella ripresa sono l’esordio e la prima rete stagionale di Ibrahimovic a chiudere una gara dove la Lazio non è mai riuscita a imporsi.

Milan-Lazio 2-0, pagelle e tabellino

MILAN

Maignan 6 Non viene molto impegnato né nel primo, né nel secondo tempo ma, quando chiamato in causa, è bravo a far ripartire velocemente le azioni dei suoi.
Hernandez 5,5
Troppo nervoso, cede facilmente alle provocazioni di Pedro, rischiando un giallo con una spinta ai danni dell’avversario. Più spento dei suoi compagni.

Romangoli 6 Torna titolare dopo tante partite e per sua fortuna non corre particolari pericoli nel corso di tutta la partita.

Tomori 7 Sempre più fondamentale per la difesa rossonera. Preciso in copertura, arrembante negli anticipi, anche fuori dalla propria area di rigore.

Calabria 6,5 Prova a partecipare alla manovra offensiva rossonera, ma sbaglia una conclusione offerta in modo molto intelligente da una sponda di Rebic. Presente nella fase difensiva.

Kessie 5 Dopo il guaio al flessore esordisce in Serie A il pilastro della mediana rossonera. Dal dischetto però perde la sua infallibilità, divorandosi la possibilità del raddoppio prima dell’intervallo. Pioli lo fa rifiatare nella ripresa.

Tonali 6,5 Approccio alla gara sontuoso. Passaggi filtranti e assist no-look. Più spento nella rirpesa, ma un’ottima prova.

Leao 7 Un paio di spunti interessanti per i compagni poi, dopo qualche errore sottoporta, riesce a mettere a segno la sua seconda rete stagionale. Il ragazzo sta crescendo.

Brahim Diaz 6,5 Idee e fantasia per il trequartista. L’uomo che viene maggiormente preso di mira dai difensori biancocelesti e quello che illumina la manovra offensiva del Diavolo.

Florenzi 5,5 Meno presente di quanto non facciano i suoi colleghi lungo l’altra fascia.

Rebic 6,5 Deve giocare come prima punta e fa il suo, con due assist determinanti per il risultato finale. Tra le maglie della difesa laziale però non è facile ritagliarsi lo spazio per qualche azione personale.

Ibrahimovic 7 Al posto di Leao per l’esordio stagionale. Il pubblico gli dedica un sentito applauso, lo svedese sa rendersi subito pericoloso e alla seconda occasione utile insacca il pallone grazie a un assist comodo comodo di Rebic.

Bakayoko SV Rileva Kessie, ma riscontra subito un problema muscolare che gli impedisce di continuare a giocare.

Bennacer SV Entra al posto di uno sfortunatissimo Bakayoko.

Saelemaekers SV Sostituisce uno spento Florenzi e non riesce a fare di meglio.
Fode Touré SV Esordio in rossonero per far rifiatare Brahim Diaz.

LAZIO

Reina 6 Grazie ai suoi difensori non viene mai chiamato direttamente in causa nella prima frazione di gioco. Ma sulla rete di Leao e su quella di Ibrahimovic sono i compagni di reparto a non metterci una pezza.
Hysaj 5,5
Non viene messo sotto pressione come il collega Marusic sull’altro lato del campo, ma non ha nemmeno modo di avanzare.
Acerbi 6
Costretto spesso a intervenire per arginare gli assalti rossoneri
Luiz Felipe 6
Insieme al compagno di reparto non viene quasi mai sorpreso dalla manovra rossonera, ma il dominio rossonero del centrocampo nel primo tempo è totale.
Marusic 5,5
Si fa ammonire subito perché sulla fascia destra il Milan spinge e sa far male.
Luis Alberto 5
Nel primo tempo la morsa rossonera lo mette molto in difficoltà. Al mago mancano così idee per le sue magie. Neutralizzato molto bene dagli uomini di Pioli.

Lucas Leiva 5 Prova a impostare, quando può, smistando qualche pallone sulle fasce, perché sulla metà campo sono solo i rossoneri a giocare.
Milinkovic-Savic 5,5
Più lui che Luis Alberto dalle parti di Maignan, ma nel complesso non riesce a fare la differenza in una partita negativa per tutti i biancocelesti.
Pedro 4,5
Qualche scintilla con Hernandez, se ne vedono meno con il pallone. Come i compagni di reparto una partita in ombra.
Felipe Anderson 5
Non la migliore delle partite per un giocatore come lui, con la Lazio sempre costretta a rincorrere i rossoneri. Prova a rialzare il baricentro della squadra, ma non c’è collaborazione.
Immobile 4,5
Non riceve mai palloni utili per poter far male alla difesa rossonera, ma stasera neanche lui riesce a farsi vedere e proporsi in avanti.

Zaccagni SV Entra al posto di un Felipe Anderson che non è riuscito a trovare il guizzo in avanti.

Lazzari Subentra all’ammonito Marusic, per ritrovare minuti e condizione dopo l’infortunio muscolare.

Basic SV Esordisce con la maglia biancoceleste entrando al posto di Milinkovic-Savic.

Moro SV Dentro nel finale al posto di Pedro

Muriqi SV Cinque minuti più recupero al posto di Immobile.

 

Milan-Lazio 2-0: Tabellino e Highlights

Reti: Leao 45’, Ibrahimovic 67’

Milan (4-2-3-1): Maignan, Hernandez, Romangoli, Tomori, Calabria, Kessie (Bakayoko 60’, Bennacer 74’), Tonali, Leao (Ibrahimovic 60’), Brahim Diaz (Fode Touré 80’), Florenzi (Saelemaekers 61’), Rebic.

Allenatore: Stefano Pioli

Lazio (3-5-2): Reina, Hysaj, Acerbi, Luiz Felipe, Marusic (Lazzari 63’), Luis Alberto, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic (Basic 75’), Pedro (Moro 84’), Felipe Anderson (Zaccagni 63’), Immobile (Muriqi 84’).

Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitro: Daniele Chiffi

Ammoniti: Marusic, Reina, Luis Alberto

Espulsi: –

 

Potrebbe interessarti anche: Sampdoria-Inter 2-2: frenata nerazzurra

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Highlights QUI