Bomba sulla Rai: sciopero, a rischio La vita in diretta e I Fatti Vostri

0
64

Sciopero metta a rischio La vita in diretta e I Fatti Vostri, cancellata Uno Mattina: bomba sulla Rai alla ripartenza.

Due programmi saltati, ma l’intera programmazione televisiva della Rai a rischio, a causa di uno sciopero che ha bloccato la ripartenza autunnale delle trasmissioni. “A causa di una agitazione sindacale, la programmazione della giornata potrebbe subire variazioni”, questo l’annuncio che passa in sovrimpressione in queste ore e a quanto pare il rischio che saltino diversi programmi è più che concreto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Vissani, Scherzi a parte inizia malissimo: lo chef è senza limiti

Infatti, sin da stamattina, nella programmazione giornaliera della Rai è il caos: saltata la prima puntata della nuova stagione di Uno Mattina, con alla guida Monica Giandotti e Marco Frittella. In contemporanea, salta anche Agorà, condotto su Raitre da Luisella Costamagna. Ma si tratta solo di un antipasto di quello che potrebbe avvenire. Perché, a parte Antonella Clerici con E’ sempre mezzogiorno, rischia davvero di saltare quasi tutto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Morgan, il cantante scatena il putiferio con la sua proposta

Sciopero Rai: le modifiche alla programmazione del palinsesto

Storie Italiane, in onda in questo momento su Raiuno e condotto da Eleonora Daniele, propone un “Il meglio di…”, mentre sembra certo che dovrà saltare l’esordio di Salvo Sottile e Anna Falchi a ‘I Fatti Vostri’. Poi ancora a rischio la prima puntata di ‘Oggi è un altro giorno’, con Serena Bortone confermata alla guida del fortunato programma di Raiuno, così come rischia grosso nel pomeriggio Alberto Matano, tornato alla conduzione solitaria di La Vita in diretta. Uno sciopero annunciato, quello dei dipendenti Rai.

Infatti, già dal 28 giugno al 28 luglio c’era stata una maxi astensione dal lavoro e il 18 agosto era arrivato un nuovo comunicato in cui si spiegava che fino al 14 settembre si sarebbe protratta l’agitazione dei lavoratori. Il 13 settembre, ovvero oggi, il clou della mobilitazione, con lo sciopero dei dipendenti Rai. La protesta riguarda sia la tutela del lavoro in modalità smart working, che l’incremento di risorse interne per non “esternalizzare” le produzioni, come avviene sempre più di frequente.