Francesco Immobile ucciso a Torre Annunziata davanti a una chiesa

0
227

Francesco Immobile, l’uomo di 35 anni è stato ucciso dinanzi ad una chiesta con copi di arma da fuoco nel piazzale antistante.

Francesco Immobile, è stato ucciso dinanzi ad una chiesa(Foro dal web)
Francesco Immobile, è stato ucciso dinanzi ad una chiesa(Foro dal web)

Siamo a Torre Annunziata, in provincia di Napoli esattamente dinanzi alla chiesa di Sant’Alfonso de Liguori, secondo le prime dinamiche l’uomo era un pregiudicato e noto alle forze dell’ordine.

Gli agenti di polizia locale l’avevano inquadrato nell’ambito della lotta alla gestione dello spaccio di droga nella città in provincia di Napoli, alcuni pensano che l’omicidio sia collegato al ferimento di un altro uomo pregiudicato ferito alle gambe.

L’uomo aveva finito da qualche giorno di scontare la detenzione per gli arresti domiciliari sui reati legati al mondo della droga, si trovava nel piazzare vicino casa, quando è stato raggiunto da una raffica di colpi d’arma da fuoco.

Dieci colpi esplosi che lo hanno freddato all’istante, dopo l’agguato l’uomo è stato caricato su un’auto, per poi essere trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di San Leonardo a Castellammare di Stabia. I medici hanno cercato di salvarlo, ma purtroppo no c’è stato nulla da fare.

Il sindaco ha dichiarato che la scarcerazione dei personaggi di spicco della criminalità organizzata locale sta diventando un reale problema sociale.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bacio tra Immobile e Luis Alberto, le mogli scatenate su Instagram – FOTO

Francesco Immoble, l’uomo è stato freddato dinanzi alla sua abitazione mentre era in piazza

Il contesto di Torre Annunziata è un contesto sociale compromesso, proprio perché liberando i pregiudicati si sta compiendo una guerra tra fazioni e clan per controllare il territorio.

Vincenzo Ascione, il sindaco di Torre Annunziata ha dichiarato che la situazione è insostenibile, per questo motivo bisogna adattare metodi drastici, prima che tutti degeneri.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ciro Immobile, l’attaccante azzurro criticato da Alan Shearer: “E’ stato imbarazzante”

Il primo cittadino si augura la massima fiducia nell’operato di forze dell’ordine e della magistratura, affinchè vengano assicurati alla giustizia i responsabili di tali deprecabili azioni.

L’uomo di 35 anni era appena entrato nel giro dello spaccio, per questo motivo è stato freddato dai clan rivali, i quali stanno cercando di accaparrarsi quante più zone o città possibili.

Nonostante tutto la sua famiglia si è stretta attorno a lui, cercando di ricordare i momenti più belli che hanno caratterizzato la vita dell’uomo prima di incontrare il suo destino violento e fatale.