X-Factor, cantante morto di tumore: per i medici era solo ansia

0
335

Dramma per un concorrente di X-Factor, cantante morto di tumore a soli 19 anni: per i medici era solo ansia.

Il fratello di un cantante morto di cancro a 19 anni ha raccontato la sua frustrazione dopo che i medici hanno perso molte possibilità di individuare un grosso tumore al petto. La malattia del giovane è stata liquidata come ansia. Christopher Chaffey ha visitato il suo medico di famiglia 12 volte ed è stato persino ricoverato d’urgenza in ospedale per dolori al petto dopo essersi ammalato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Lorenzo Fragola, drammatico lutto per il vincitore di X-Factor

Ma è stato mandato a casa ogni volta ed è stato persino mandato in visita da uno psichiatra per “ansia”, ha riferito HullLive. Alla fine Christopher è stato portato d’urgenza al Castle Hill Hospital dopo che un nodulo si è sviluppato sul suo collo 15 mesi dopo la comparsa dei suoi sintomi, ma ormai era troppo tardi per salvarlo. I medici hanno detto alla sua famiglia che aveva un linfoma non Hodgkin aggressivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Ludovico Tersigni, nuovo conduttore di X-Factor: lo zio è molto famoso

Il dramma del giovane cantante morto di tumore: aveva partecipato a X-Factor

Il giovane aveva un tumore di quasi due chili all’altezza del torace, che ormai era inoperabile quando è stato scoperto. Il fratello di Christopher, il mitragliere della RAF Michael Chaffey, 30 anni, sta ora correndo la maratona di Londra in sua memoria e per sensibilizzare sul cancro che lo ha ucciso 13 anni fa. Michael aveva 17 anni quando ha perso Christopher, che una volta è apparso su X-Factor in Gran Bretagna, e dice che la perdita ha avuto un impatto catastrofico sulla famiglia, di Coniston, nell’East Yorkshire.

Un’inchiesta sulla sua morte ha stabilito che avrebbe potuto essere salvato se gli fosse stata diagnosticata prima. Determinato a rendere orgoglioso suo fratello e desideroso di fare qualcosa di positivo in sua memoria, Michael sta ora partecipando alla maratona di Londra il prossimo mese, dove mira a raccogliere duemila sterline per The Teenage Cancer Trust. Il giovane militare ha detto di essere “nervoso” per la maratona, che sarà la sua prima, ma terrà Christopher saldamente in prima linea nella sua mente quel giorno e questo lo aiuterà senza dubbio. Ha detto: “Tutti subiscono una qualche forma di lutto ad un certo punto, ma sto cercando modi positivi per ricordarlo e cercare di renderlo orgoglioso. Voglio raccogliere fondi ma anche consapevolezza perché è un ente di beneficenza che mi sta a cuore”.