Principesse Hailè Selassiè, la verità sulla famiglia: “Il padre è in carcere”

0
199

Le tre sorelle principesse Hailè Selassiè sono tra le protagoniste del Gf Vip 6 ma non sarebbero quelle che sembrano

Principesse Hailè Selassiè, chi sono le tre sorelle che discendono dall'ex imperatore di Etiopia (Foto dal web)

Clarissa, Jessica e Lucrezia Selassiè sono le tre sorelle principesse partecipanti al Grande Fratello Vip e sulla loro discendenza ha indagato il settimanale Oggi, facendo le pulci a tutta la famiglia. Ha pubblicato che il loro padre, Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié, in questo momento si trova in carcere a Lugano, in Svizzera.

Arrestato in Lussemburgo lo scorso giugno, l’uomo è stato estradato nel paese elvetico e sarà trattenuto in galera almeno tre mesi. Su di lui da marzo pendeva un mandato di cattura internazionale perché accusato di una truffa di 10 milioni di franchi.

Non solo, secondo gli approfondimenti del settimanale le tre ragazze non avrebbero neanche un titolo regale perché non sarebbero discendenti della stirpe etiope dei Negus. Dietro a vero e lungo nome del padre ci sarebbe un tale e semplice Giulio, italianissimo, che non fa parte della casa reale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Principesse Hailè Selassiè, chi sono le sorelle Clarissa, Lucrezia e Jessica al GF Vip

Principesse Hailè Selassiè, come il padre è diventato discendente

Principesse Hailè Selassiè, chi sono le tre sorelle che discendono dall'ex imperatore di Etiopia (Foto dal web)

Ci sarebbe un contatto con la stirpe reale ma certamente non di sangue. Il padre delle tre lavorava nel palazzo imperiale in quanto giardinieri e frequentava quel posto già da bambino perché anche il padre lavorava lì. È lecito dunque chiedersi com’è possibile che l’uomo e dunque le figlie abbiano il titolo regale. La stessa domanda se la pone Oggi e dà anche una risposta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> GF Vip, l’ex di Tommaso torna all’attacco: “Un cucciolo di Psycho”

Secondo il settimanale quando “Giulio” Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié tornò in Italia convinse alcuni legittimi discendenti a firmare una delega e con alcuni documenti divenne discendente ed erede della casa reale.