Il dramma di Maurizio Zamparini: trovato morto il figlio Armando

0
214

Un lutto colpisce il mondo del calcio, il dramma di Maurizio Zamparini: trovato morto il figlio Armando, aveva 23 anni.

Un grave lutto ha colpito Maurizio Zamparini, 80enne imprenditore ed ex proprietario del Palermo, di cui è stato anche presidente fino a febbraio 2017. Infatti, l’ex numero uno di Venezia prima e Palermo poi piange una grave perdita familiare. Un dramma che lo ha colpito e che non vorrebbe nessun padre. Perché infatti nessun padre vorrebbe sopravvivere a suo figlio.

LEGGI ANCHE –> Morto Roger Hunt: fece grandi il Liverpool e l’Inghilterra

L’imprenditore friulano, nato a Sevegliano e che per un breve periodo da molto giovane ha anche giocato a calcio, è in lutto per la tragica morte del suo carissimo figlio Armando. Il ragazzo aveva solo 23 anni ed era l’ultimogenito della famiglia Zamparini. L’imprenditore che ha contributo a portare in serie A sia Venezia che Palermo, insomma, deve fare i conti con un momento molto difficile.

LEGGI ANCHE –> Milan e Tottenham piangono il loro campione: “Amato da chi ama il calcio”

La morte di Armando Zamparini, dramma per l’ex presidente del Palermo

Armando Zamparini, dalle prime informazioni che risultano, sarebbe stato trovato nella camera da letto della sua abitazione, a Londra, privo di vita. Il giovane viveva da tempo nella City, dove si era trasferito per studiare e si era anche laureato. Non sono chiare le cause del decesso, che però sembra dovuto a un arresto cardiaco. Il figlio dell’ex presidente del Palermo e della sua compagna Laura Giordani è stato trovato morto nella mattinata di ieri ed è l’unico figlio di Zamparini nato da questa relazione.

L’ex presidente del Venezia prima e del Palermo poi ha invece quattro altri figli: la prima è Silvana, tifosa del Palermo, che lo ha reso nonno e che segue da vicino le vicissitudini del padre. C’è poi Greta, che è attrice teatrale e cinematografica. Gli altri due figli maschi dell’ex patron del Palermo sono invece Diego e Andrea. Anche loro lavorano con il padre e sono dei collaboratoti con incarichi di responsabilità nelle aziende di famiglia.