Il dramma di Donatella Rettore: l’aborto spontaneo e il figlio mai nato

Donatella Rettore prima di grandi problemi di salute che ha dovuto affrontare come un tumore e la talassemia, ha perso un bambino

Donatella Rettore (screen YouTube Rai)

Donatella Rettore avrebbe voluto una famiglia con l’uomo che ama da decenni, Claudio Rego. Per lei non è solo un marito e il compagno di tante avventure belle e brutte nel privato ma anche professionalmente perché c’è la sua mano in tanti successi della cantante.

I due si sono conosciuti proprio grazie alla musica, in occasione di un concerto di Alan Sorrenti nel 1974. Avrebbero potuto stare insieme da subito ma Claudio era prossimo alla partenza per la leva militare. Al suo ritorno non si sono più lasciati anche se le nozze sono arrivate solo nel 2005.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il cantautore Roberto Vecchioni e la malattia del figlio Edoardo

Donatella Rettore, la malattia scoperta a 29 anni

Donatella Rettore
Donatella Rettore e Claudio Rego (screen YouTube)

Non riusciva ad avere figli e cominciò delle cure ormonali, poi durante il Festival di Sanremo perse il bambino. Scoprì di essere talassemica e nel 1992, a 29 anni, a causa di continue emorragie intestinali rischiò anche di morire. Così la coppia decise di non provare neanche più ad avere figli. Neanche l’adozione è stata possibile per via delle difficili e troppo complicate pratiche e ostacoli della burocrazia.

Una carriera ricca di successi quella della Rettore cominciata nel 1973, l’anno prima di conoscere il compagno. Quando tu è stato il primo successo e contemporaneamente arrivò il tour con Lucio Dalla di cui fu spalla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gabriel Garko si è fidanzato: ecco l’identitkit del partner dell’attore

Poi negli anni Ottanta è stata una delle dive della musica italiana con Il cobra o Splendido splendente, brani cult di quegli anni, conosciuti e cantati ancora oggi. Proprio quest’ultimo brano è stato cantato di nuovo nell’ultima edizione di Sanremo (cinque le sue partecipazioni al Festival della musica italiana) nella serata cover con La rappresentante di lista.