Era mio padre, la vera storia dietro al film vincitore del Premio Oscar

Curiosità sulla pellicola Era mio padre, la vera storia dietro al film vincitore del Premio Oscar in onda il 5 ottobre su Raitre.

(screenshot video)

Tom Hanks, Tyler Hoechlin, Jude Law, Daniel Craig, Stanley Tucci: sono loro i protagonisti principali della pellicola ‘Era mio padre’, che va in onda questa sera in prima serata su Raitre. Special guest del film è una leggenda di Hollywood, Paul Newman, qui alla sua ultima apparizione. La pellicola è tratta dalla graphic novel “Road to Perdition” di Max Allan Collins e Richard Piers Rayner.

Leggi anche –> Tommy Gunn, il pugile di Rocky V: come è morto, il dramma

Quando ‘Era mio padre’ è uscito nei cinema, dopo essere stato presentato alla 59a Mostra del Cinema di Venezia nel 2002, ha ottenuto un successo davvero straordinario. Inoltre, il film è stato candidato a ben sei premi Oscar, vincendo nel 2003 l’ambita statuetta per la migliore fotografia. Ma cosa c’è di vero dietro questa pellicola, che sicuramente moltissimi hanno amato e ha rappresentato uno dei film più ‘consigliati’ negli ultimi 20 anni.

Leggi anche –> Rambo, storia vera: personaggio basato su una persona reale o finzione

La storia vera di Era mio padre: John Rooney è esistito davvero?

In effetti la vicenda raccontata nel film si ispira a personaggi reali: il personaggio John Rooney è stato ispirato dal vero gangster di Chicago John Looney. Nel film, Paul Newman interpreta Rooney come un gentiluomo elegante e ben curato nel parlare, che assomiglia più a Michael Corleone de Il Padrino piuttosto che una figura eccentrica come Tony Montana di Scarface. Nella vita reale, Looney era noto per aver diretto il giornale Rock Island News a Rock Island, nell’Illinois, che usava come facciata commerciale per attività illegali. Looney ha scontato più di otto anni per l’omicidio di John Gabel nel 1922 e morì nel 1942.

Per quanto riguarda Connor Rooney, è basato sul figlio reale di Looney, Connor. Ma chi ha dato vita a Era mio padre, e prima a Road to perdition, ha spostato la linea temporale di circa 10 anni, poiché Connor Looney è stato assassinato nel 1922 mentre parlava con suo padre in un veicolo. Michael Sullivan Sr. è basato su Dan Drost, un ex tenente dei Looney che si è unito ad altri gangster dopo l’omicidio di Gabel del 1922. Fondamentalmente, ha orchestrato il successo della mafia che si è concluso con la morte di Connor Looney. In Era mio padre, Stanley Tucci interpreta il gangster della vita reale Frank Nitti, succeduto ad Al Capone.