Sandro Giacobbe, due volte il tumore in casa e l’amore per Marina

0
75

Sandro Giacobbe è tra i fondatori della Nazionale cantati: dai successi degli anni ’70 e ’80 alla lotta contro la malattia

Sandro Giacobbe con la compagna Marina

Il cantante genovese Sandro Giacobbe ha dovuto affrontare e superare molti ostacoli nella sua vita. Innanzitutto la malattia del figlio Andrea, una situazione che nessun genitore di augura di vivere. È stato afflitto da un tumore all’addome e ora fortunatamente superato ma non senza passare per un duro ciclo di chemioterapia. Andrea era solo un bambino e dopo tre anni ci fu un risveglio del tumore. Oggi per fortuna sta bene.

Il cancro si è ripresentato nella loro famiglia colpendo lo stesso Sandro alla prostata e anche in questo caso il male è stato sconfitto. Nel pomeriggio sarà ospite insieme alla compagna Marina Peroni nello studio di Serena Bortone Oggi è un altro giorno e proprio in Tv raccontò il fatto.

Era il 2015 e Domenica Live, sempre con la compagna, svelò al pubblico che nel febbraio di quell’anno si era sottoposto all’intervento per fortuna andato a buon fine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Partita del cuore, Sandro Giacobbe contro i The Jackal: “Volevano più follower”

Sandro Giacobbe, la carriera

Sandro Giacobbe (Facebook)

Giacobbe è conosciuto per alcuni brani di successo pubblicati negli anni Settanta e nella metà del decennio Ottanta come Signora mia, canzone omonima dell’album pubblicato nel 1974. Ma la canzone forse più famose è Gli occhi di tua madre di due anni dopo con la quale si classificò terzo al Festival di Sanremo.

Altri brani famosi sono Mi va che ci sei, Notte senza di te e Sarà la nostalgia del 1982 che insieme a Cuccuruccucù di Battiato è una delle canzoni dell’anno. Nel 1983 ancora Sanremo con Primavera e l’anno successivo la hit dell’estate Portami a ballare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Piera Fiorillo, la psicologa del Grande Fratello Vip sotto accusa

Sandro Giacobbe è sempre stato attivo sulle tematiche sociali e ha partecipato a tanti eventi di solidarietà. È infatti uno dei fondatori della Nazionale italiana cantanti con la quale ha disputato centinaia di partite.