Il giallo di Gabby Petito, cosa non quadra nella ricostruzione

0
130

Cosa sappiamo finora del giallo di Gabby Petito, qualcosa non quadra nella ricostruzione: ecco tutti i punti oscuri.

Il medico legale della contea di Teton, il dottor Brent Blue, ha rivelato ieri che la star dei social media Gabby Petito è morta per strangolamento. Secondo il dottor Blue, la ragazza è morta 3-4 settimane prima che il suo corpo venisse ritrovato, il 19 settembre. Ma nella ricostruzione dei fatti ci sono elementi che non quadrano.

(Instagram)

Il medico legale ha detto che, secondo la legge dello stato del Wyoming, poteva solo rilasciare il modo e la causa della morte. Tutti gli altri dettagli riguardanti l’autopsia non sono ancora resi noti al pubblico. Un investigatore privato ha intanto suggerito che la Petito sia stata asfissiata. È giunto a questa conclusione dopo aver visto un video della polizia dello Utah, che coinvolgeva la travel blogger e il suo fidanzato, Brian Laundrie.

Ti potrebbe interessare anche -> Usa, trovata morta la blogger Gabby Petito: si cerca il fidanzato

In Florida, i genitori di Laundrie, che rimane disperso, sono stati affrontati da due manifestanti furiosi dopo che i dettagli dell’autopsia sono stati pubblicati. Due persone hanno bussato alla porta della casa di Chris e Roberta Laundrie e hanno urlato insulti alla famiglia prima di dire: “Torneremo. Meglio che parli presto”. Insomma, il giovane non sarebbe cercato solo dalla polizia.

Ti potrebbe interessare anche -> Gabby Petito, chi è la travel blogger uccisa negli Usa

I dubbi sul giallo: come è morta Gabby Petito e cosa sappiamo finora

Josh Taylor, un portavoce della polizia di North Port, ha detto alla CNN che non è stato trovato nulla di significativo legato a Laundrie nella riserva di Carlton di 25.000 acri che è stata perlustrata, ma ha affermato che le ricerche continueranno fino a quando la polizia non riceverà ulteriori informazioni. Intanto, la star dei reality noto come the Bounty Hunter, che è coinvolto nella ricerca, ha detto che si stava ritirando dall’operazione dopo aver subito un infortunio alla caviglia. Ci sono poi alcuni dubbi non risolti sulla vicenda.

Dai post sui social media, gli ultimi giorni di Gabby Petito sembravano idilliaci. Ma dopo che è stata denunciata la scomparsa, sono emersi resoconti sull’aumento del conflitto tra la coppia. Il 27 agosto, un testimone sostiene di aver assistito a una lite mentre Petito e Laundrie stavano lasciando il ristorante Merry Piglets Tex-Mex a Jackson, nel Wyoming, uno degli ultimi avvistamenti della coppia. Lo stesso giorno, la mamma della ragazza ha ricevuto dalla figlia un messaggio strano. Più di due settimane prima, la coppia è stata fermata dalla polizia dopo che una segnalazione al 911 ha detto ai centralinisti il ​​12 agosto di aver visto un uomo colpire una donna.

Ma lascia anche perplessi come abbia fatto Laundrie a far perdere le sue tracce dopo il ritrovamento del cadavere della fidanzata. Sotto accusa sono finite le forze dell’ordine per una presunta mancata sorveglianza. Quando se n’è andato, il giovane non ha portato con sé il cellulare e il portafoglio, e i suoi genitori erano preoccupati che potesse farsi male, ha detto una fonte vicina alla famiglia di Laundrie a Chris Cuomo della CNN.