Lutto nel mondo delle serie tv: è morto Ricarlo Flanagan

0
158

Ricarlo Flanagan aveva solo 40 anni. Rapper, attore e cabarettista, qualche settimana fa aveva twittato contro i negazionisti del Covid

Ricarlo Flanagan (foto Instagram)

Ricarlo Flanagan è morto è soli 40 anni a causa delle complicazione del Covid-19. Era una star di Disney+ per le sue interpretazioni nelle serie Shameless e Walk the Prank. “Questo virus non è uno scherzo, non lo auguro a nessuno”, aveva scritto ai primi di ottobre su Twitter.

Sempre via social era intervenuto anche nel caso di Kyrie Irving, cestista dell’Nba che ha rifiutato il vaccino anti-Covid e per tale motivo i Brooklyn Nets l’hanno messo fuori squadra: “Dite a Kyrie di prendere un po’ di questo dolore al petto e vedere come si sente”, aveva detto polemicamente.

Stu Golfman, il suo manager, su Variety ha dato la brutta notizia dicendo che questa pandemia “ha tolto la vita a un grande talento”. Appena è stato dato il triste annuncio gli amici hanno organizzato una campagna, GoFundMe, per dare assistenza alla famiglia di Flanagan. L’attore, infatti, è scomparso lontano da casa e per riportarlo a Cleaveland, in Ohio, è stata lanciata l’iniziativa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Federico Salvatore, il cantante è gravissimo: le sue condizioni

Ricarlo Flanagan, la carriera

Foto Instagram

Non solo attore, Ricarlo Flanagan è stato anche cabarettista e aveva cominciato la sua carriera proprio in quel mondo. Nel 2013 ha pubblicato il suo promo progetto intitolato Man Law per poi prendere parte al noto talent americano Last Comic Standing sulla NBC.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Origine del Covid in laboratorio, l’Oms non lo esclude

Oltre alla carriera di attore – quella che gli ha dato maggiore notorietà – Ricarlo ha sperimentato anche il mondo della musica. Prima ancora del cabaret con il nome di Father Flanagn per stato rapper pubblicando tre album: il primo è datato 2010. Death of Davinchi, gli altri quando aveva già abbracciato il successo come attore con An Opus Inspired del 2019 e Hope Your Proud l’anno successivo. È già pronto il quarto, Both Sides of the Brain, in programma la prossima settimana.