Blondie, che fine ha fatto: eroina e stupro, il dramma di Debbie Harry

Blondie verrà imitata da Stefania Orlando a Tale e Quale Show, che fine ha fatto: eroina e stupro, il dramma di Debbie Harry.

Un ritorno televisivo per Blondie, che verrà imitata da Stefania Orlando a Tale e Quale Show, come già avvenuto in passato con Edy Angelillo e Alessandra Drusian dei Jalisse. Ma che fine ha fatto la cantante campione di vendite: eroina e stupro subito, il dramma di Debbie Harry che ricostruiamo in questo articolo.

(Dia Dipasupil/Getty Images)

Come molti sapranno, è stato solo all’età di 31 anni – relativamente vecchia per gli standard delle pop-star – che Debbie Harry è diventata famosa. Da bambina è sopravvissuta al coma a causa di una polmonite; da giovane donna a New York, ha lavorato per la BBC, ha frequentato Andy Warhol e altri volti newyorkesi, è scappata da una relazione violenta.

Leggi anche –> Stefania Orlando, la rivelazione: cosa faceva prima del successo

Si racconta addirittura che sarebbe scappata dalla violenza del serial killer Ted Bundy. “Tendo ad andare avanti, interessarmi a qualcosa e vedere di cosa si tratta” – ha raccontato al The Guardian – “Immagino che ci siano stati momenti in cui ho pensato: ‘Dio, sei stata così stupida’. Ti guardi indietro e pensi a tutti gli errori che hai fatto”.

Leggi anche –> “Ho paura”, Stefania Orlando a cuore aperto: la sua confidenza ai fan

Debbie Harry: la vita di Blondie è stata “fortunata”, le sue parole

La donna – che stasera su Raiuno verrà imitata da Stefania Orlando nel corso del programma di successo – si dice comunque “molto fortunata”. Il suo più grande errore, dice, è stato il denaro. Ovvero “che non prestavo più attenzione agli affari e che ero davvero interessato solo a fare musica ed esibirmi”. Con Chris Stein nel 1975 ha fondato il gruppo Blondie.

E con quel gruppo hanno girato il mondo, vendendo milioni di dischi per anni, poi tutto è crollato: l’erario ha battuto cassa per tasse non pagate e hanno perso la loro casa a New York. Non solo: Stein era in ospedale per riprendersi da una malattia autoimmune – Harry avrebbe trascorso i prossimi anni a prendersi cura di lui – e non erano sicuri di come avrebbero pagato le sue spese mediche. Entrambi peraltro erano nel tunnel dell’eroina.

C’è un altro drammatico episodio nella sua vita: all’inizio degli anni ’70, quando lei e Stein stavano tornando a casa dopo un concerto, un uomo li seguì e li costrinse a colpi di coltello a farlo entrare nel loro appartamento. Cercava droga e attrezzature. Ha legato Stein, poi Harry. Quindi l’ha stuprata prima di allontanarsi.