Proteste Green pass: storica manifestazione Aeronautica base di Sigonella

Proteste Green pass in varie città, manifestazioni agli accessi portuali di Trieste, Genova e Ancora: no anche dalla base militare in Sicilia

Proteste Green pass
Proteste a Trieste (via Twitter)

Oggi è entrato ufficialmente in vigore la regola che prevede il Green pass per accedere ai luoghi del lavoro. Come sta succedendo già da qualche giorni, in particolare al porto di Trieste, tante sono le proteste. Alcuni lavoratori contrari al certificano stanno manifestando in tutta Italia in opposizione alla legge che prevede il pagamento a proprie spese dei tamponi per chi non si è vaccinato e dunque non ha il Green pass.

Bloccato l’accesso Nord al porto di Ancona con circa 200 operai di diverse aziende con il blocco di un mezzo pesante sulla carreggiata all’altezza della Crn.

Ci sono porti dove la situazione è tranquilla. A Napoli ad esempio non si segnalano problemi dove, fanno sapere, la maggior parte dei lavoratori è vaccinata. Le proteste si concentrano più al Nord Italia e lunghe code di Tir si registrano al Varco Etiopia del porto di Genova, bloccato da circa 100 lavoratori no Green pass.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bill Clinton ricoverato in terapia intensiva: come sta l’ex presidente Usa

Proteste Green pass, il no dell’Aeronautica

Ma il Sud non resta immune della protesta e si registra una storica a Sigonella, in Sicilia, presso la base militari. A dire no al certificato verde è il sindacato dell’Aeronautica militare Siam. La protesta pacifica riguarda “la libertà di entrare liberamente nel luogo di lavoro senza dover mettere mano al portafoglio e di poter usufruire di tamponi gratuiti, garantiti dallo Stato”, ha detto Alfio Messina del sindacato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19: l’OMS dà il via ad una nuova indagine per scoprirne l’origine

Tra le principali richieste dei lavoratori che in queste ore stanno protestando e che non vogliono vaccinarsi c’è proprio che i tamponi devono essere a carichi dello Stato perché sarebbe un’ulteriore spesa da aggiungere ai propri stipendi.