Alessio Zangrilli, chi è il pugile scomparso nella periferia romana

Alessio Zangrilli è scomparso dalla pareferia di Roma da più di una settimana: ha con sé sia il cellulare che i documenti

Di Alessio Zangrilli, il 35enne scomparso da San Cleto, non si hanno sue notizie dal pomeriggio di domenica 10 ottobre. Da allora gli amici, le forze dell’ordine e la mamma Virginia lo cercano disperatamente e senza sosta.

Proprio la donna, dispetatissima, in queste ore ha lanciato un nuovo appello e lo ha fatto attraverso la testata Roma Today: “Ti preso, torna a casa“, ha detto.

La mamma ha spiegato che il figlio sta vivendo un momento particolare che riguarda anche tante altre persone: è senza lavoro e la situazione è stata resa più acuta dal lockdown.

Quando è uscito ha portato con sé il telefono cellulare che risulta sempre spento. Non ha a propria disposizione mezzi di trasporto pertanto si è sempre spostato con la bici che quando si è allontanato ha lasciato a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bimba di 5 anni muore sotto una porta di calcio: tragedia in provincia di Roma

Alessio Zangrilli, com’era vestito quando è scomparso

L’ultima volta che è stato visto nella borgata di San Cleto, non lontano da San Basilio, indossava una tuta nera e una felpa scura. Potrebbe essere riconosciuto da due tatuaggi che ha sui entrambi i polpacci ma questo elemente è più difficile da notare visto che è in corso la stagione autunnale.

Foto Facebook

Alessio è figlio unico e ha la passione per il pugilato. Gli amici che praticano con lui lo sport e altri hanno cercato anche tra chi condivide questa passione e nella zona del litorale, ma ogni tentativo al momento non ha portato a nessun risultato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manovra economica, tasse e fondi per il Reddito: le misure in programma

Oltre al cellulare Alessio ha anche i documenti di riconoscimento. La mamma ha dichiarato che l’ultima volta che l’ha sentito è stato alle 14.00 di domenica 10 ottobre mentre le ultime segnalazioni di chi l’ha visto, e ha potuto descrivere com’era vestito, risalgono a circa un’ora più tardi.