Liliam Thuram, simbolo dell’antirazzismo accusato di razzismo al contrario

0
330

La vicenda di Liliam Thuram, l’ex calciatore simbolo dell’antirazzismo è stato accusato di razzismo al contrario.

Una vicenda paradossale quella che qualche tempo fa ha coinvolto Liliam Thuram, il difensore francese campione del mondo, che in Italia ben conosciamo perché ha giocato con Juventus e Parma, lunga parentesi tra le sue esperienze al Monaco e al Barcellona. Il calciatore è da sempre simbolo dell’antirazzismo.

(Stu Forster/Getty Images)

Dagli attacchi a Jean-Marie Le Pen, che lamentava la presenza di troppi giocatori di colore nella nazionale francese, a quelli a Nicholas Sarkozy, fino alle sue battaglie per l’indipendentismo catalano, Thuram è sicuramente un ex calciatore che ha saputo fare anche politica ed è impegnato socialmente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Conor McGregor: quanto guadagna il campione di arti marziali

Qualche tempo, è tornato a far discutere per la sua presa di posizione molto forte dopo i versi razzisti rivolti a Romelu Lukaku durante una partita tra Inter e Cagliari. In un’intervista a un quotidiano italiano, ha infatti spiegato che occorreva rendersi conto “che c’è razzismo nella cultura italiana, francese, europea e più in generale nella cultura bianca”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Conor McGregor e il caso Facchinetti, riemergono le accuse di violenza sessuale

L’accusa di razzismo al contrario per Liliam Thuram

Lilian Thuram (Getty Images)

Quindi Liliam Thuram ha rincarato la dose: “Penso che sia necessario avere il coraggio di dire che i bianchi pensano di essere superiori e che credono davvero di esserlo. Questa è una cosa che purtroppo dura da secoli”. Un’affermazione durissima e che ha fatto il giro del mondo e la chiosa dell’ex campione è stata altrettanto dura: “In ogni caso , sono loro che devono trovare una soluzione al loro problema”.

In poche ore, Thuram si è ritrovato non solo al centro di un’enorme polemica ma è stato tacciato di razzismo al contrario. In particolare la Lega Internazionale contro il Razzismo e l’Antisemitismo (LICRA) le ha condannate con forza in un comunicato stampa dove si legge in particolare: “Queste osservazioni testimoniano i rischi di una deriva della lotta antirazzista in cui ha sempre investito Lilian Thuram”.

Lilian Thuram
Lilian Thuram (Getty Images)

Così l’ex calciatore ha dovuto spiegare che quella frase è stata decontestualizzata: “Le persone capaci di fare versi da scimmia a un nero sono razziste, hanno un complesso di superiorità. Sono ancora nella gerarchia del passato, tra bianco e nero, e pensano che la gerarchia sia giusta. Non stavo parlando riferendomi a tutti i bianchi sulla Terra”.