Filippo Romano de Il Collegio è un attore: ecco dove l’avete visto

0
373

Il giovane Filippo Romano si preannuncia, già da ora, come uno dei protagonisti dell’edizione numero 6 de Il Collegio

Filippo Romano, 14 anni di Scandicci, già ribattezzato il “piccolo John Travolta” rischia di dover abbandonare la trasmissione ancor prima di cominciare. Il motivo

Filippo Romani

Oggi martedì 26 ottobre parte l’edizione numero 6 de Il Collegio, il reality show di Rai 2 con Giancarlo Magalli voce narrante e con il preside Paolo Bosisio ed i sorveglianti Lucia Gravante e Matteo Caremoli a completare lo staff.

—>>> Leggi anche: Il Collegio al via: che fine hanno fatto gli ex allievi del reality show

Lo show, come noto, prevede la formula per cui ragazzi adolescenti vengono rinchiusi in un collegio per un mese con lo scopo di prendere la licenza media. La particolarità sono le regole che prevedono l’esclusione totale di mezzi elettronici, l’uso di divise ed il rispetto ferreo di un regolamento firmato all’inizio.

Filippo Romano salverà la pettinatura alla John Travolta?

E proprio una parte di questo regolamento mette a rischio, prima di iniziare il percorso di Filippo Romano, 14 anni di Scandicci. La sua zazzera alla John Travolta potrebbe non essere gradita al preside che, da fonti certe, gli chiederà di tagliarla. Come andrà a finire tenuto conto che la pettinatura è uno dei motivi che ha reso il ragazzo toscano noto al pubblico.

Filippo Romano infatti ha già partecipato al game show L’isola degli eroi in onda sul canale per ragazzi Boing una partecipazione che nell’ambito adolescenziale gli ha già dato una discreta popolarità.

—>>> Potrebbe interessarti anche: Il Collegio 6: quando inizia, dove vederlo, alunni e professori

Da sottolineare, infine, una lunga serie di propositi, idee chiarissime in verità con cui Filippo affronta il reality, dal trovare una ragazza per darle il primo bacio all’utilizzare Il Collegio come trampolino di lancio per “Diventare attore”. E da ultimo introiettare al massimo la disciplina quella necessaria per mettere in atto la sua grande passione, quella per il paracadutismo e l’aeronautica militare. “Finite le medie – ha detto in una recente intervista concessa ad un sito di informazione della propria città – voglio entrare alla scuola militare Douhet di Firenze“.