Conor McGregor, nuove accuse: “Impossibile rispettarlo come persona”

0
218

Nuove accuse verso Conor McGregor dopo la sua aggressione immotivata a Francesco Facchinetti. Questa volta si è espresso Khamzat Chimaev, combattente nell’UFC, e le sue parole hanno contribuito al declino della figura di McGregor.

Prosegue il dibattito intorno a Conor McGregor: il campione di arti marziali è stato denunciato negli scorsi giorni da Francesco Facchinetti, aggredito senza motivo durante una serata all’hotel St. Regis a Roma.

Conor McGregor
Conor McGregor (Getty Images)

Le autorità italiane hanno avviato un’indagine a riguardo e McGregor ha lasciato la Capitale ma continuano a giungere nuove informazioni sul suo conto che stanno mettendo in discussione la sua figura.

Conor McGregor, le parole di Khamzat Chimaev sul campione di arti marziali

Non è la prima volta in cui McGregor rischierebbe di avere problemi con la legge: negli ultimi anni il campione ha avuto diversi problemi con la legge ed è stato al centro di varie controversie, ricevendo anche critiche da altri membri del mondo delle arti marziali miste. Dopo la denuncia di Facchinetti, sono riemerse anche delle accuse di violenze sessuali verso l’atleta e altri episodi di violenza.

Khamzat Chimaev
Chris Unger/Zuffa LLC via Getty Images

Recentemente si è espresso Khamzat Chimaev, artista marziale misto che combatte nella categoria dei pesi welter per la federazione statunitense UFC. Chimaev, classe ’94, è entrato nella scena dell’UFC l’anno scorso, con la vittoria dei suoi primi tre incontri. Il suo record da professionista è di nove vittorie e zero sconfitte.

Chimaev si è dovuto prendere un momento di pausa a causa del Covid-19: l’atleta, infatti, ha riportato gravi conseguenze a causa del virus, che lo avevano portato ad annunciare il suo ritiro dalle competizioni. Successivamente, però, ha ritirato tale decisione.

Khamzat Chimaev ha rilasciato delle dichiarazioni durante una conversazione con Zuba TV, esprimendo il suo rispetto per Conor McGregor come combattente nell’UFC ma non per il suo comportamento: “È impossibile rispettarlo come persona” ha dichiarato l’atleta.