Ciclone Apollo: da Catania si espande al Nord

Nelle ultime ore il ciclone Apollo ha continuato a devastare la città di Catania, portando l’esondazione di fiumi esondati e mare in tempesta.

Il ciclone Apollo è arrivato a Catania, e le lunghe piogge hanno portato l’esondazione  nuovamente del fiume Simeto. Le squadre della protezione civile hanno presidiato per tutta la giornata il lungomare siciliano. La statale 114 che porta ad Augusta, nel Siracusano, è stata interrotta a causa del maltempo. La stessa situazione anche nella zona dell’aeroporto Fontanarossa, in provincia di Catania, dove l’acqua ha superato il livello di guardia, ma resta comunque aperto al pubblico.
Vigili del Fuoco, Sicilia (gettyimages)
Il ciclone resta stabile fra Malta e la Calabria, ma gli esperti affermano che sta per risalire verso Nord Italia. La pioggia della scorsa notta ha colpito la provincia di Siracusa arrivando a 75 millimetri di pioggia. Catania, sono caduti invece 19,8 millimetri di pioggia.
Il Dipartimento della Protezione Civile ha avvertito di fare particolarmente prudenza alla guida per i vari allagamenti. Resta la massima allerta in attesa si capire la direzione che prenderà nelle prossime ore, e con quale intensità. “In 8 ore è caduta l’acqua di 8 mesi” commentano i volontari della Protezione Civile impegnati a prestare soccorso a famiglie più colpite dal maltempo.
La Sicilia orientale sarà il settore più interessato dal ciclone dunque è stato emesso un avviso di allerta rossa fino alle 24 di domani. Per il resto della regione invece permane l’allerta arancione per la Sicilia centrale e gialla per quella occidentale. Nel Siracusano un villaggio turistico isolato a causa della viabilità bloccata.
Gli allagamenti e le frane nelle zone montuose hanno provocato un interruzione della Catania-Siracusa e diverse strade provinciali. Una casa è stata sgomberata a causa della caduta di un masso che ha provocato la distruzione dell’auto di famiglia. Fortunatamente non ci sono stati feriti, e l’uomo di 50 anni e la figlia adolescente che abitavano la casa sono stati ospitate in una struttura comunale. Sul posto i vigili del fuoco di Ragusa.