Oliver Stone, chi è il produttore cinematografico: carriera e successi

0
137

Oliver Stone, è stato lo sceneggiatore di Scarface per poi partecipare anche sul set di Platoon e Wall Street, il regista e produttore cinematografico nasce a New York il 15 Settembre del 1946.

 

La sua infanzia è stata segnata dal repentino divorzio dei suoi genitori, infatti a 20 anni si arruolerà come volontario nell’esercito, durante questo periodo parteciperà alla guerra in Vietnam, per poi essere ferito due volte e ricevere  una medaglia d’onore.

Oliver Stone, chi è il regista che combattuto la guerra in Vietnam (Getty Images)
Oliver Stone, chi è il regista che combattuto la guerra in Vietnam (Getty Images)

Durante la sua esperienza in Vietnam ha dichiarato di essere diventato un assassino durante uno dei tanti agguati dei vitetcong, in questa occasione se non avesse lanciato da 15 metri una granata, molto probabilmente sarebbe finita male per il regista.

L’esplosione ridusse in mille pezzi un uomo, ma il regista fu orgoglioso del suo lancio “perfetto”, questo gli valse una stella di bronzo, attualmente non prova un senso di colpa, proprio perché lui è ancora vivo, questo è quello che conta.

Ritornato dal Vietnam, il regista si iscriverà alla New York University Film School, mentre nel 1973 esordirà con il film Last Year in Vietnam, 5 anni dopo ricoprirà il ruolo di sceneggiatore per poi ottenere un premio Oscar per la pellicola “Fuga di mezzanotte”.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Woody Allen, l’autobiografia del regista: il plagio di Mia Farrow

Oliver Stone, non si pente di esser stato un assassino durante la guerra in Vietnam

Dopo qualche anno il regista scrisse una nuova sceneggiatura con Brian de Palma, infatti sarà quella del celebre film Scarface, in questa occasione il regista verrà consacrato ad Hollywood.

Mentre nel 1986 riuscirà ad affermarmi come regista con la direzione del film Platoon, il quale è basato sulla guerra in Vietnam e verrà molto acclamato sia dalla critica che dal pubblico.

Subito dopo sarà la volta del capolavoro cinematografico Wall Street, il quale diverrà un cult del cinema anche grazie alle interpretazioni da Oscar di Charlie Sheen e Michael Douglas.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Fabio Frizzi: chi è il compositore fratello maggiore di Fabrizio

Il regista ha diretto anche altri celebri film come Assassini Nati nel 1994, Ogni maledetta domenica, con Al Pacino, Alexander, e World Trade Center la pellicola con Nicolas Cage sulle torri gemelle di New York nel 2001.

In molte occasioni il regista ha dichiarato di stimare il presidente della Russia, Vladimir Putin, infatti ha creato una serie di interviste assemblate in una mini serie tv intitolata The Putin Interviews.

In merito alla sua serie tv il regista dichiarò in passato che il racconto della ascesa politica negli anni del tramonto di Eltsin il Terribile nel 2000, lo ha attratto sin da subito.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Luca Vullo, chi è il regista ospite a Radio2 Social Club

All’epoca non era al corrente della violenza e della corruzione quotidiana in Russia, non era neanche a conoscenza del potere acquisito dalla mafia, della violenza nei quartieri, i quali avevano creato ricchezze spropositate in Russia.

Putin è uomo misurato, il quale ha accennato più volte ai pericoli fisici che  ha corso durante gli anni, pensava di esser ucciso, ma riuscì a mettere in salvo la sua famiglia per riuscire a risparmiare i suoi familiari dalla vendetta delle mafie e dei facinorosi.

La seconda cosa che colpì il regista americano furono i soprusi dell’America raccontati dal leader russo, il quale ha descritto con precisione gli errori politici compiuti dagli USA nei confronti della Russia durante gli anni.