Ventiquattrenne accoltellato a morte a Barletta: le indagini

Tragedia nella valle d’Ofanto: morto accoltellato a Barletta. Un ventiquattrenne, già noto alle forze dell’ordine, è deceduto questa mattina nell’ospedale intitolato a monsignor Dimiccoli a Barletta dopo essere stato accoltellato.

L’aggressione è avvenuta per strada, in pieno centro storico, la notte scorsa. Stando alle prime ricostruzioni operate dai carabinieri, l’accoltellamento sarebbe stato l’esiziale finale di una lite fra giovani, cominciata nei pressi di un locale in piazza Castello e poi proseguita fino alla centralissima piazza Duomo di Barletta.

Morto accoltellato a Barletta

Accoltellato giovane a Barletta
Giovane accoltellato a Barletta – ck12 (Pixabay)

Al momento del trasferimento al pronto soccorso dell‘ospedale Dimiccoli, i dottori hanno riscontrato nel giovane ventiquattrenne un’unica ferita da arma da taglio, all’altezza dell’addome. Subito condotto in rianimazione, il ragazzo non ce l’ha fatta. Il ferito è infatti morto all’alba.

Le indagini dei carabinieri di Barletta

Sull’omicidio stanno già indagando i carabinieri della compagnia di Barletta, coadiuvati dagli agenti del nucleo investigativo del reparto operativo provinciale BAT.

Dunque, secondo le prime indiscrezioni, la lite che ha portato alla morte del giovane sembrerebbe legata a dei futili motivi.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Barletta, crolla una palazzina nel centro: ci sono tre feriti

Fondamentali per i carabinieri di Barletta saranno le immagini catturate dalle telecamere presenti nel centro storico, dov’è avvenuto l’accoltellamento mortale. Cioè a due passi dalla bellissima cattedrale di Santa Maria Maggiore.

Omicidio a Barletta
Il duomo di Barletta, dov’è avvenuto l’omicidio (wikipedia)

Si spera di poter identificare e arrestare gli aggressori, per così fare luce sull’ennesima tragica morte violenta avvenuta in territorio pugliese.

Chi era la vittima?

Secondo le prime notizie, la vittima si chiamava Claudio Lasala. Classe 1997, già segnalato alla polizia ma incensurato, il giovane si sarebbe trovato coinvolto in una lite violenta fra sconosciuti. Per ora si escludono la matrice legata alla criminalità organizzata e alla droga. Ma ne sapremo di più nelle prossime ore.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Barletta, a Chi l’ha Visto il caso d’aggressione ai due fratelli

Il problema della movida violenta è comune a tutta la provincia. Si spera che il povero Claudio possa essere l’ultima sfortunata vittima di quest’assurda situazione, che rende insicuri giovani e famiglie, e pone sul piede di guerra forze dell’ordine e magistrati.