Gaggio Montano, svolta nelle indagini: è femminicidio. Ecco chi è indagato

C’è un indagato per la morte di Natalia Chinni avvenuta la notte a cavallo tra venerdì 29 e sabato 30 ottobre a Gaggio Montano: l’accusa è di femminicidio. I dettagli

Svolta clamorosa nelle indagini per la morte della 72enne trovata cadavare nella casa di Santa Maria Villiana frazione di Gaggio Montano.

Omicidio Gaggio Montano

Arriva ad una svolta il drammatico caso di cronaca accaduto la sera di venerdì 29 ottobreSanta Maria Villiana frazione di Gaggio Montano comune di 4800 abitanti in Provincia di Bologna.

—>>> Leggi anche: Brescia nuovo caso di femminicidio: uccisa a martellate sotto casa dall’ex

I fatti. Nel tardo pomeriggio di venerdi la signora Natalia Chinni, da tutti conosciuta come Carmen, si è allontana dalla sua casa per recarsi a Gaggio Montano dove si trova la seconda casa della famiglia.

La donna doveva tornare per cena ma, nella casa dove viveva con il marito ed il figlio, non ha mai fatto ritorno. Allarmato dal ritardo il figlio della signora Chinni si è rivolto alle forze dell’ordine ed al tempo stesso è corso verso la casa di Santa Maria Villiana dove ai suoi occhi si è palesata una scena straziante.

Femminicidio a Gaggio Montalto: indagato un vicino di casa

La signora Carmen era rivolta a terra in una pozza di sangue con diverse ferite sul corpo. Immediato è scattato l’allarme. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 della Regione Emilia Romagna ed i Carabinieri della stazione di Via Cavalieri di Vittorio Veneto di Gaggio Montano. Ma i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Femminicidio a Noventa Vicentina: continuano le indagini, caccia all’uomo

Tempo 24 ore ed ecco la svolta nelle indagini svolte dai Carabinieri del nucleo provinciale di Bologna e coordinate dal Sostituto Procuratore presso il Tribunale del capoluogo emiliano. Secondo quanto riportano le cronache locali dalle prime luci dell’alba di oggi, domenica 31 ottobre, è indagato per femminicidio un vicino di casa della signora Chinni.

Sempre secondo i cronisti locali l’uomo, un anziano residente a Santa Maria Villiana , per evidenti futili motivi, probabilmente per una lite tra vicini, avrebbe esploso diversi colpi di arma da fuoco, a pallini da caccia per la precisione, con cui ha ferito mortalmente la settanduenne. L’uomo sarebbe stato sottoposto alla prova del guanto di paraffina, prova che avrebbe fornito riscontri incontrovertibili sulla sua colpevolezza.