Amazon, dipendente della multinazionale morto nel centro di smistamento

Un lavoratore di Amazon è morto nel più grande centro di distribuzione dell’azienda nel Regno Unito.

Un lavoratore di Amazon è morto nel più grande centro di distribuzione britannico dell’azienda nell’Essex. I soccorsi sono stati chiamati nel momento del malore, erano circa le 8:10 di domenica,  ma l’uomo è morto sul posto.

POTREBBE INTERESSARTI: Giovane mamma morta dopo aver perso il figlio in un incidente stradale

Magazzino Amazon in Inghilterra (gettyimages)
Magazzino Amazon in Inghilterra (gettyimages)

Il dipendente Amazon era arrivato in anticipo in magazzino e non aveva ancora iniziato il suo turno. La polizia dell’Essex ha affermato che la morte non sospetta e che l’uomo sarebbe morte per  cause naturali e non correlate al suo lavoro. Un portavoce di Amazon ha dichiarato: “Siamo profondamente rattristati da questo tragico evento. La loro famiglia e i loro cari sono nei nostri pensieri e stiamo supportando loro e i nostri dipendenti in questo momento difficile.

POTREBBE INTERESSARTI: Europa: 20 milioni da Amazon per il cambiamento climatico

Il centro di distribuzione dei prodotti Amazon situato a Tilbury impiega 4.000 persone e ha un’area di più di 6 chilometri quadrati. Funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma in quel momento non era operativo a causa della manutenzione. A parlare è anche una portavoce del servizio di ambulanza dell’Essex che ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto una chiamata alle 8:10 di ieri con segnalazioni di una persona che non stava bene a Winchelsea Road, Tilbury”, afferma la testimonianza, “ma purtroppo la persona è morta sul posto”. (CLICCA QUI per avere gli ultimi aggiornamenti Twitter dell’azienda Amazon)