Morto ex calciatore di 51 anni: aveva battuto il Milan di Gullit e Van Basten

0
233

Una malattia incurabile aveva contratto l’ex calciatore e allenatore Ermanno Ferrari che è morto all’età di 51 anni.

Ermanno Ferrari era un ex calciatore 51enne che allenava le squadre dilettantistiche della provincia di Brescia, ed è morto a causa di una malattia che non è stato possibile curare. Ferrari ha lasciato ha lasciato la moglie e i suoi due figli.

POTREBBE INTERESSARTI: Incidente a Frosinone: morto Nicolas Vona, lutto per Amici e Uomini e Donne

Ermanno Ferrari calciatore ed allenatore
Ermanno Ferrari calciatore ed allenatore

Dopo essersi ritirato, Ferrari è stato allenatore di squadre dilettantistiche della provincia di Brescia e si dedicava a gestire un forno nella sua città natale Longhena, in provincia di Brescia. Nella sua carriera aveva lavorato come promessa del Brescia Calcio (CLICCA QUI per avere gli ultimi aggiornamenti Twitter della squadra)e in serie C e D nelle squadre del Lumezzane, Orceana e Breno. L’uomo è deceduto all’età di 51 anni, dopo aver scoperto di essere di essere malato ed aver combattuto la sua battaglia contro una malattia incurabile, nel corso degli ultimi mesi.

Negli anni ’80 la sua squadra riuscì a vincere una partita amichevole disputata contro il Milan in cui giocavano anche gli storici giocatori rossoneri Van Basten e Gullit, mentre il presidente Silvio Berlusconi stava guardando la partita della sua squadra. Come calciatore Ermanno Ferrari è stato allenato dai maestri del calibro di Mauro Saleri e Viando Plodari.

POTREBBE INTERESSARTI: Milan, lutto prima del derby: vinse la Coppa Campioni col Trap e Rivera

Nel ruolo di allenatore il 51enne allenava con forza e passione la sua squadra, cercando di dare loro gli insegnamenti che sono stati fondamentali per la sua carriera da calciatore. “Se in sette secondi, da quando hai la palla, non sei nell’area avversaria, difficilmente farai gol”, affermava Ferrari.