Veronica Panarello, che fine ha fatto la mamma del piccolo Loris

Veronica Panarello, è stata condannata per aver calunniato il suocero, dichiarò che era stato lui ad uccidere il piccolo Loris, la 33enne è in carcere da 7 anni per l’omicidio di suo figlio.

Il piccolo Loris Stival, è stato trovato morto nella città di Santa Croce Camerina il 29 Novembre 2014, il Tribunale di Ragusa condannò la donna a 2 anni di reclusione per via delle calunnie agitate nei confronti di suo suocero Andrea Stival.

Veronica Panarello, cosa fa adesso la donna che ha ucciso il piccolo Loris (Foto dal web)
Veronica Panarello, cosa fa adesso la donna che ha ucciso il piccolo Loris (Foto dal web)

La donna aveva accusato l’uomo di essere l’esecutore materiale del delitto di Loris, Panarello infatti raccontò di essere stata l’amante del suocero, il bambino aveva scoperto la tresca e voleva raccontarlo a suo padre.

Per questo motivo Andrea Stival ha ucciso il bambino, insieme i due avrebbero trasportato il corpo del piccolo sino al canalone, le affermazioni della donna vennero ritenute non veritiere e calunnie, queste le sono costate la reclusione per 2 anni.

Il processo per l’omicidio si è concluso con la condanna definitiva a 30 anni di reclusione, la Cassazione ha verificato che la donna si trovava in casa al momento dell’omicidio e solo lei avrebbe potuto caricare il piccolo corpo di Loris in automobile.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Mauro De Mauro, suoi i resti nella grotta dell’Etna? Chi era il giornalista

Veronica Panarello, è da 7 anni in carcere: nuove accuse, calunniato suo suocero dichiarando di avere una tresca con lui

L’auto della donna era parcheggiata in garage, la cosa era molto inusuale ed è andata contro le sue abitudini giornaliere, fece una breve sosta a casa, per poi trasportare il corpo del piccolo Loris nel canalone, dove venne ritrovato alle ore 17:00 dello stesso giorno.

La donna dal carcere in videoconferenza ha assistito alla sentenza finale, la quale mise la parola fine sulle calunnie e sulle dicerie nei confronti del suocero Andrea Stival.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cranio Randagio, il rapper di X-Factor morto: tre giovani a processo

Le frasi della donna al tempo fecero il giro del web, facendo infuriare i “leoni da tastiera”, i quali cominciarono ad accusare l’uomo di aver ucciso il piccolo Loris dando credito alle parole della donna.

Il 15 Ottobre 2021, la donna cercò di scagliarsi contro il suocero, con gli agenti di Polizia Penitenziaria che cercavano in tutti i modi di tenerla ferma. La donna dichiarò  in quell’occasione testuali parole: “Sai cosa ti dico? Prega Dio che ti trovo morto perché altrimenti ti ammazzo con le mia mani quando esco”.