Auto elettriche, mercato delle batterie: boom nel mese di settembre

0
73

Settembre 2021 ha segnato un record nella vendita di batterie per auto elettriche. Il boom definisce come l’intero settore sia in espansione.

(Photo by Carsten Koall/Getty Images)

La crescita del mercato delle auto elettriche ha coinvolto anche il mercato delle batterie per auto, spingendo quest’ultimo settore a crescere in modo considerevole. L’aumento della domanda di auto elettriche e ibride ha fatto aumentare, con una grande spinta, la produzione di batterie per auto elettriche.

La conferma arriva da una indagine di Adamas Intelligence. Nel mese di settembre di quest’anno,  le batterie utilizzate in tutto il mondo raggiungono la capacità 31,7 GWh. Come spiega HDblog, rispetto al medesimo periodo del 2020, questo significa un aumento del 105% sorpassando di gran lunga anche il record dello scorso luglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> COP26: l’Italia non ha firmato l’accordo sulle auto elettriche

L’aumento della vendita di auto elettriche ha una notevole impronta sulla crescita del mercato, crescita dovuta però anche alla capacità di produzione sempre più in linea con l’aumento delle capacità degli stessi parchi batteria.

Il rapporto spiega che CATL figura al primo posto con 11,1 GWh, circa il 35%. Con il 19% figura poi la LG Energy Solution; 15%, Panasonic. Tutte e tre le aziende coprono già il 69% del mercato delle batterie. Il 37% della capacità delle batterie di CATL solo del mese di settembre è approdata alle Tesla Model 3 e Model Y.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Batterie al “sale”, la nuova frontiera dell’auto elettrica

Da gennaio la capacità totale ha raggiunto 184,1 GWh, un valore che va quasi a raddoppiare i 96,8 GWh dell’annata 2019. Il nuovo trimestre potrebbe riservare ancora sorprese e indicare la crescita ancora più spinta del settore. Questo in concomitanza con un aumento delle vendite di vetture elettrificate.

Il mercato stesso dimostra come oggi, gli stessi consumatori siano molto attenti nella scelta di una nuova autovettura. Gli incentivi hanno inoltre semplificato la scelta di acquisto, seppur la crisi dei chip ha rallentato consegne e la stessa produzione.