Amanda Lear, la verità su Miguel Bosé: rivelazione senza peli sulla lingua

Ospite a Verissimo, l’esplosiva Amanda Lear ha confermato le recenti dichiarazioni di Miguel Bosé a proposito di un loro incontro amoroso, consumatosi anni fa in Spagna. “Gli ho lasciato un bel ricordo!”, ha esclamato Amanda, per nulla scandalizzata. Ma cosa è successo di preciso?

Amanda Lear ha avuto un mucchio di amanti. Tutti personaggi interessanti. Dal marchese Dalí a David Bowie, da Brian Jones (dei Rolling Stones) a Malagnac. Ma fino a qualche giorno fa ignoravamo che fra le sue conquiste ci fosse anche Miguel Bosé… E c’è voluta l’improvvisa confessione del bel Miguel per conoscere quest’appassionante storia. L’incontro fra Amanda e il cantante spagnolo risale a molti anni fa. Lo abbiamo saputo tramite Bosé, che ha infatti di recente confessato alla giornalista Nuria Roca di aver perso la verginità a diciassette anni proprio con Amanda Lear a casa di Salvador Dalí.

Amanda Lear conferma il suo flirt con Miguel Bosé (screen) – ck12

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Amanda Lear, la musa di Salvador Dalì e i suoi ex fidanzati

E Dalí come l’avrebbe presa? Bene, a giudizio di Miguel: il vecchio pittore sarebbe stato il vero artefice del rapporto. In pratica, il genio del Surrelismo avrebbe concertato l’incontro sessuale (in segreto) insieme all’amico Dominguín Bosé, ovvero il padre di Miguel. Il motivo ? A quanto pare, il famoso torero temeva al tempo che suo figlio fosse un po’ troppo imbranato con le donne,  e voleva dunque svezzarlo…

L’amore fra Amanda e Miguel

Secondo Miguel, suo padre voleva al più presto iniziarlo alle gioie del sesso, in modo da poterlo considerare erede della fama da latin-lover. Insomma, il genitore sperava che Miguel diventasse un vero macho. Il suo peggior incubo era che il giovane erede si rivelasse gay. E poi destino, come sappiamo, ha fatto comunque il suo corso…

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Morto Mick Rock, fotografo delle star: immortalò David Bowie e i Queen

Ebbene, l’episodio romantico organizzato da Dalí e Bosé padre ebbe infine luogo nella casa del pittore. O meglio, nel giardino. Amanda Lear ha confermato tutto a Silvia Toffanin, a Canale 5, durante la sua ospitata a Verissimo. Anche se la nostra Amanda proprio non si spiega come mai Miguel abbia raccontato questa cosa dopo così tanto tempo.

Amanda con Dalì (Getty) – ck12

“Lui era il figlio del grande torero Dominguín”, ha spiegato la Lear in trasmissione, “E il torero era un conquistatore, ed era preoccupato che Miguel fosse troppo delicato, dolce… Un’estate il padre me lo buttò praticamente tra le braccia. Io e Miguel siamo andati a fare una passeggiata, ed è successo”.

Facendo due calcoli, all’epoca, se Miguel aveva diciassette anni, Amanda dove averne già trentaquattro. Niente di nuovo, quindi, per la nostra amatissima signora Lear, che da sempre ci ha abituati a non dare alcuna importanza all’età.