Morto Ennio Doris, fondatore di Banca Mediolanum: aveva 81 anni

0
109

Addio al patron di Mediolanum Ennio Doris: le intuizioni del noto imprenditore e banchiere hanno contribuito a innovare il modo di fare finanza.

È morto nella notte all’età di 81 anni Ennio Doris, fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum. A renderlo noto sono stati la moglie Lina Tambolato, con cui era sposato dal 1966, e i due figli Sara e Massimo. Per oltre quarant’anni il banchiere è stato uno dei maggiori protagonisti della finanza del panorama italiano.

morto ennio doris
(screenshot video)

Nato il 3 luglio 1940 a Tombolo, in provincia di Padova, nel 1992 gli è stata conferita l’Onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nel 2002 quella di Cavaliere del Lavoro. A partire dal 1996 ha ricoperto il ruolo di Amministratore delegato di Mediolanum S.p.A., holding del gruppo bancario, per poi cedere il passo nel 2015 al figlio Massimo. Nel 2018 Forbes ha collocato Doris tra i venti uomini più ricchi d’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Fabrizio Miccoli: Cassazione conferma condanna per l’ex allenatore del Palermo

Ennio Doris e il successo di Banca Mediolanum

L’ascesa professionale nel campo finanziario di Ennio Doris è partita negli anni Settanta. Nel 1969 ha iniziato l’attività nell’ambito delle consulenze prima in Fideuram, occupandosi di gestione dei risparmi familiari, e poi in Dival (Gruppo Ras), dove in circa dieci anni è arrivato a gestire oltre 700 professionisti.

morto ennio doris
(screenshot video)

Nel 1982, dopo l’incontro con Silvio Berlusconi, Ennio Doris ha fondato con il supporto del Gruppo Fininvest la prima rete di consulenti globali nel settore del risparmio, Programma Italia, creando un modello industriale esemplare che ha contribuito a innovare in maniere determinante il settore bancario. La lungimiranza dell’imprenditore gli ha consentito di intuire fin da subito il potenziale della rete internet, importando dal Regno Unito il modello della banca senza sportelli.

Nel 1997 Programma Italia si è trasformata in Banca Mediolanum, diventando in poco tempo una delle più importanti realtà del panorama bancario del Paese. È stato il primo istituto a offrire il servizio da home banking con il telefono. L’obiettivo di Doris è sempre stato quello di costruire una “family banker”, ossia una banca familiare. Da qui lo il noto slogan “una banca intorno a te”.

In un’intervista a Panorama, l’imprenditore e banchiere aveva spiegato di voler raggiungere il successo “non perché sono bravo ma perché sono utile alle persone”. “Voglio essere come un medico di fronte al paziente – aveva detto – esaminare i suoi problemi e dargli ciò che gli serve”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Carmine Venturino, pentito nel caso Lea Garofalo: la sua confessione orribile

Il cordoglio per la morte del fondatore di Banca Mediolanum

In seguito al triste annuncio della morte di Ennio Doris da parte dei suoi cari, il gruppo Mediolanum ha diffuso un comunicato sottolineando che tutti i dipendenti e i collaboratori “si stringono uniti e partecipi con enorme commozione” attorno alla famiglia. Sull’home page del sito ufficiale di Banca Mediolanum si legge: “È scomparso un visionario, un innovatore, uno straordinario imprenditore, un altruista, un inguaribile ottimista”.

morto ennio doris
Facebook/Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi, carissimo amico di Ennio Doris, ha condiviso sui social una nota di cordoglio definendo il banchiere “un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano. Un uomo generoso, altruista, sempre attento agli altri, sempre vicino a chi aveva bisogno”. Il leader di Forza Italia ha espresso tutta la sua vicinanza alla moglie e ai due figli.