Pestato dallo stalker dell’amica: Cosimo Damiano Bologna è morto

Due settimane di agonia poi il triste epilogo: è morto il 50enne Cosimo Damiano Bologna, aggredito brutalmente per aver difeso l’amica.

É morto Cosimo Damiano Bologna, l’uomo originario di Canosa di Puglia, malmenato mentre stava intervenendo per difendere la sua amica lo scorso 13 novembre. Cosimo era in condizioni disperate quando è stato ricoverato in terapia intensiva ad Andria.

POTREBBE INTERESSARTI: Roberto Cazzaniga, chi è il pallavolista truffato dalla finta fidanzata

Ospedale di Andria dove è moto Cosimo Damiano Bologna
Ospedale di Andria dove è moto Cosimo Damiano Bologna

L’uomo che l’uomo che l’ha aggredito, un 58enne pregiudicato, è in stato di fermo al in carcere a Trani. Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire all’aggressore grazie alle telecamere della videosorveglianza.

L’aggressore dovrà rispondere in tribunale di omicidio preterintenzionale. Il 50enne, la sera dell’incidente si trovava insieme ad una sua amica quando l’uomo ha cominciato a infastidire la 40enne. Damiano Bologna dunque è intervenuto mentre cercava di evitare una molestia sessuale verso l’amica, ma è stato picchiato violentemente.

Le indagini hanno affermato che Cosimo avrebbe subito prima lesioni al volto – probabilmente con una mazza – per poi cadere a terra privo di sensi. L’uomo indagato è un pregiudicato già arrestato per stalking e per il pestaggio. A intervenire sono state le forze dell’ordine che hanno visto il corpo riverso per terra in un lago di sangue e il volto tumefatto.

Il sindaco di Canosa, Roberto Morra, si è espresso in merito alla vicenda esaltando il coraggio della vittima che ha difeso la donna. Purtroppo l’evento si è concluso in tragedia, ma all’unanimità il comune si staglia coltro la violenza e la comunità condanna il gesto brutale all’unanimità.

POTREBBE INTERESSARTI: Morto Gabriele Renzi, università in lutto: “Era una persona buona”

Morra poi invita Canosa a riflettere sull’accaduto, ed esprime cordoglio alla famiglia di Cosimo Damiano Bologna e ha deposto il lutto cittadino nel giorno del funerale dell’uomo “affinché tutta la città si unisca idealmente al dolore dei suoi familiari”, ha affermato Roberto Morra.