Danilo Cazzaniga, fratello di Roberto: cosa è successo al pallavolista

In questi giorni il pallavolista Roberto Cazzaniga ha avuto molto spazio su giornali ma purtroppo non per motivi sportivi. Dopo il servizio de Le Iene è emerso che è stato vittima di una truffa.

Cazzaniga
Roberto Cazzaniga a sinistra con il fratello Danilo e la compagna (foto Facebook)

Per quindici anni ha sborsato circa 700mila euro, donati alla ‘fidanzata’ che lui ha conosciuto come Alessandra Ambrosio (stesso nome e cognome della modella brasiliana) ma che in realtà si sarebbe trattato di una truffatrice. I soldi venivano versati su un conto di tale Valeria Satta.

Il fratello Danilo ha parlato alla Gazzetta. Ha detto che Roberto era stato plagiato così tanto che da anni non vedeva i suoi genitori che adesso, finalmente, ha riabbracciato. “Ho l’impressione che si sia liberato di una ragnatela dentro la quale era avvolto“, ha dichiarato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le Iene, anticipazioni: intervistato l’uomo della molestia alla giornalista

Danilo Cazzaniga e gli amici di Roberto hanno svelato la truffa

Nel 2008 Roberto è stato ingarbugliato nella rete di truffaldini che hanno organizzato il sistema per fargli sborsare man mano un’enorme quantità di denaro. C’è stato poi il provvidenziale intervento dei compagni di squadra e del fratello Danilo che hanno prima ‘indagato’, poi aiutato Roberto a tirarsi fuori da questa situazione.

Roberto Cazzaniga (screen Le Iene)

Si tratta dello schiacciatore Alessio Fiore e del libero Danilo Rinaldi. È così che gli ex compagni si sono organizzati, hanno creato una chat dov’è stato inserito anche Danilo e si sono rimboccati le maniche per fare qualcoasa.

L’imput è stato quando Roberto chiedeva soldi in prestito a tutti da inviare alla fantomatica fidanzata che diceva di avere gravi problemi di salute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Josephine Baker: la figlia Stellina e l’eredità della cantante

Rinaldi ha raccontato che aveva fatto un esposto alla Procura della Repubblica ma passato un anno nulla era cambiato. I tempi della giustizia, è noto, sono lunghi, e così ha contattato la redazione de Le Iene. Ma gli amici non si sono limitati a svelare la truffa: da qualche giorno hanno aperto una raccolta fondi che ha raggiunto già la cifra di 10mila euro.