Nicolò Buso, morto l’ex calciatore: l’omaggio di Okereke e la malattia

Il dramma di Nicolò Buso, morto a 32 anni l’ex calciatore: l’omaggio di David Okereke e la malattia che lo ha sconfitto.

La sua ultima foto, un’immagine che resterà impressa nella memoria collettiva, è di lui allo stadio Penzo di Venezia, nel corso della sfida tra la formazione di casa e i nerazzurri dell’Inter, campioni d’Italia. Si è spento a soli 32 anni Nicolò Buso, dopo una grave malattia.

(Facebook)

Non aveva mai smesso di sorridere, ricordano i tanti che gli hanno voluto bene e e che non gli hanno fatto mancare il sostegno, anche nei momenti più difficili. Una lotta, la sua, contro un male che non gli ha lasciato scampo e il dolore per la sua morte è stato davvero grande.

Ti potrebbe interessare anche –> Lutto nel calcio: addio all’ultimo campione del mondo di una squadra epica

Il giovane era una ex promessa del calcio locale e da sempre viveva a Spinea, grosso centro in provincia di Venezia. Inoltre, lavorava come commesso nel negozio Scarpe & Scarpe, che è collocato in un centro commerciale di Venezia. Grave era la sua malattia, contro la quale combatteva da anni.

Ti potrebbe interessare anche –> Morto Marvin Morgan: l’attaccante aveva solo 38 anni

La malattia e il lutto per l’ex calciatore Nicolò Buso

Una forma tumorale affliggeva infatti Nicolò Buso, il quale si era visti colpiti prima gli arti e poi i polmoni. Non aveva però appunto mai perso la forza di volontà, in questi tre anni di malattia. Lo ricorda il suo papà, che ha spiegato come il figlio avrebbe “sempre affrontato il suo calvario con una dignità incredibile”.

“Non ha mai perso il sorriso e la voglia di vivere, nemmeno per un secondo. Era in grado di conquistarti con uno sguardo”, continua l’uomo parlando del figlio, il quale appunto era stato sabato 27 novembre allo stadio di Venezia per vedere la partita contro l’Inter. Qui uno dei momenti più toccanti della sua malattia.

Difatti, l’attaccante David Okereke gli aveva consegnato la propria maglia e anche Paolo Zanetti, allenatore del Venezia lo aveva invitato a partecipare a un allenamento. Allenamento però al quale non potrà mai partecipare, perché nella notte tra lunedì e martedì Nicolò Buso è venuto a mancare.