Azouz Marzouk, nuova vita: chi è la seconda moglie Michel Lovo

Azouz Marzouk, era il principale indiziato dopo il tragico assassinio d’Erba, l’uomo ha perso sua moglie Raffella Castagna e il figlio di due anni Youssef, infatti nella strage venne assassinata la vicina di casa e anche sua suocera.

 

L’uomo venne denunciato per calunnia dopo aver accusato i coniugi Romano per la strage d’Erba, durante le prime indagini i sospetti furono subito incentrati su di lui, subito dopo riuscì a dimostrare di avere un alibi di ferro.

Azouz Marzouk, la nuova vita del tunisino che ha perso sua moglie e suo figlio (Screenshot)
Azouz Marzouk, la nuova vita del tunisino che ha perso sua moglie e suo figlio (Screenshot)

L’uomo è di origini tunisine, in passato ha avuto diversi problemi con la giustizia, per 10 anni non ha potuto mettere piede in Italia, dopo aver perso sua moglie e suo figlio l’uomo si è rifatto una vita diventando nuovamente padre.

La sua seconda vita dopo la strage d’Erba gli ricorda tutto l’orrore e l’indignazione per quanto sia stato efferato l’omicidio. L’uomo ha dichiarato che non è facile vivere e sopravvivere, ma nonostante tutto è andato avanti nella vita.

Inoltre, ha cambiato idea circa l’innocenza di Olindo Romano e Rosa Bazzi, secondo le sue ultime dichiarazioni sembra che non ritenga i coniugi responsabili dopo la condanna all’ergastolo. La trasmissione televisiva Le Iene ha fatto luce sul suo passato raccogliendo alcune informazioni ancora nascoste.

L’uomo nasce a Zaghouan in Tunisia nel 1980, attualmente ha 40 anni ed ha una sorella di nome Hiba. In Italia conobbe Raffaella Castagna, i due si sposarono per poi avere un figlio Youssef.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Omicidio Angeletti: chi è Claudio Cesaris, il principale sospettato

Azouz Marzouk, chi è l’uomo che venne allontanato per 10 anni dall’Italia a causa di alcuni problemi con la giustizia

Dopo la strage d’Erba ha perso la sua famiglia, per poi tornare a vivere in Tunisia dove il 18 Giugno del 2009 conosce la sua nuova moglie Michela Lovo, per poi ritornare in italia.

La sua nuova moglie è una ragazza che conobbe un anno prima in un bar a Lecco, durante quegli anni era in vigore il decreto di espulsione, per questo motivo le nozze vennero celebrate in Tunisia, dinanzi al notaio del Comune di Zaghouan dove vivevano i suoi famigliari, la sorella, sua madre Souad e il padre Sadok il quale gestisce un negozio di fotografia.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Omicidio suicidio a Prato: uccide la moglie col fucile da caccia, poi si spara

La sua nuova moglie ha dichiarato di esser andata a riprendere il suo amore, è pronta a seguirlo ovunque, desidera una vita normale, una famiglia e dei figli, la coppia vorrebbe un maschio per poi chiamarlo proprio come il piccolo Youssef, scomparso nella strage d’Erba.