Morte di Emanuele Sabatino: secondo gli investigatori è suicidio

Il funerale di Emanuele Sabatino, in arte Ema Motorsport, si terranno oggi, lunedì 13 dicembre alle ore 11.00. Continuano le indagini riguardo la sua morte inaspettata: secondo gli investigatori si tratta di suicidio.

Emanuele Sabatino, meccanico e youtuber noto come Ema Motorsport, è stato trovato privo di vita giovedì 9 dicembre nella sua officina di Broni (in provincia di Pavia), all’età di 45 anni.

Emanuele Sabati
(screenshot video)

Secondo gli investigatori si tratta di suicidio ed ora si stanno domandando cosa abbia potuto spingerlo a compiere un tale gesto di disperazione. Prima di togliersi la vita, Emanuele non ha lasciato nessun biglietto di addio.

Emanuele Sabatino: le indagini sull’ipotesi di suicidio

Il funerale di Emanuele Sabatino è previsto per oggi, lunedì 13 dicembre alle ore 11.00, nella Chiesa di San Francesco in Siziano a Pavia. Nel frattempo, sui social sono stati postati oltre 50mila messaggi di cordoglio: la morte del meccanico più seguito e amato d’Italia è stata inaspettata ed ha lasciato tutti i suoi conoscenti e followers sconvolti.

Emanuele Sabati
(screenshot video)

Non è stato trovato nessun messaggio lasciato da Emanuele e nessuno si immaginava ciò che è successo lo scorso giovedì. Le prime a preoccuparsi sono state le sue due figlie: quel giorno si trovavano nella sua abitazione a Broni e, non vedendo rincasare il padre in tempo per la cena, hanno contattato la madre.

Quest’ultima si era trasferita da poco a Siziano e, dopo essere stata avvisata dalle figlie, è andata nell’officina di Broni insieme ad un collaboratore di Emanuele. Una volta arrivati la porta era chiusa dall’interno ed è stata aperta forzatamente, in seguito i vigili del fuoco e l’ambulanza sono giunti sul posto ma Sabatino si era già tolto la vita e non si è potuto fare nulla.

Secondo gli inquirenti, Emanuele avrebbe deciso di suicidarsi perché scontento ed insoddisfatto a causa di motivi che riguardano la sua vita privata ed il suo passato e che si portava dietro da tempo, nonostante fosse riuscito a raggiungere la fama.