A Malta l’erba diventa legale: depenalizzato l’uso di droghe ricreative

Da domani a Malta sarà legale possedere fino a sette grammi di cannabis. E non solo… Si potranno anche coltivare fino a quattro piante in casa. Il progetto politico è quello di depenalizzare del tutto l’uso di droghe ricreative. Domani si vota, ma la legge passerà quasi sicuramente.

È dunque Malta il primo Paese europeo a legalizzare la coltivazione e il possesso di cannabis per uso personale. La decisione presa nei mesi scorsi sarà ratificata domani 14 dicembre 2021 ed entrerà in vigore dalla settimana prossima…

Cannabis legale a Malta

Malta legalizza la cannabis

L’esempio maltese sarà seguito dagli altri Paesi dell’UE? Difficile, e di sicuro non a breve. Ma forse le nazioni europee guarderanno con attenzione cosa succederà nell’isola nei prossimi mesi. Per ora a Malta si depenalizza il possesso fino a sette grammi di erba e fumo. La cannabis sarà legale per le persone di età pari o superiore a diciotto anni. Sarà pure consentito coltivare fino a quattro piante di cannabis in casa.

Domani è previsto il voto favorevole alla legge da parte del parlamento maltese che sarà seguito dalla firma della legge dal presidente per essere approvata entro il fine settimana. La politica a Malta ha discusso molto nei mesi scorsi sul tema. Si è criticato l’approccio troppo duro della legge verso i consumatori.

Bonnici, il ministro maltese che libera la ganja

Cannabis

Il ministro maltese responsabile della legge si chiama Bonnici. A quanto pare il suo Governo non voleva incoraggiare l’uso di droghe ricreative, ma ha ceduto per il bene della collettività, persuaso dalle evidenze scientifiche e sociali.

“L’approccio duro contro i consumatori di cannabis non paga”, ha detto Bonnici. “Dobbiamo sottrarre il mercato alla criminalità e non perseguitare i semplici consumatori”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Cannabis contro emicrania, negli Usa al via lo studio clinico

I maltesi sono contenti che l’isola sarà il primo Paese che liberalizzerà la cannabis con uno statuto completo e una precisa regolamentazione.

UE e cannabis

La UE sembrerebbe pronta a cambiare le leggi sulla cannabis, ma le giurisdizioni nazionali sono per la maggioranza restie.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Referendum Cannabis: boom di adesioni in meno di una settimana

Nei mesi scorsi le Nazioni Unite hanno deciso di rimuovere la cannabis dall’elenco delle droghe designate come potenzialmente dannose e pericolose. Presto la Germania dovrebbe annunciare una regolamentazione del mercato e da noi in Italia è previsto un referendum.