Chiara Francini, che fine ha fatto la famosa attrice toscana

0
107

Cosa c’è da sapere su Chiara Francini, che fine ha fatto la famosa attrice toscana: carriera e curiosità su di lei.

Nata a Firenze, classe 1979, Chiara Francini è cresciuta a Campi Bisenzio ed è figlia unica: ha raccontato in un’intervista di essere cresciuta coi nonni e non con i suoi genitori. Nella stessa intervista, ha anche raccontato di aver frequentato lo stesso liceo di Matteo Renzi. Quindi si è laureata all’Università degli Studi di Firenze in Lettere, con una tesi in italianistica.

Nel frattempo, ha iniziato a formarsi artisticamente con il Teatro della Limonaia, di Sesto Fiorentino, diretto da Barbara Nativi. L’esordio a teatro proprio con la regia della Nativi avviene in Noccioline, un testo di Fausto Paravidino. Passa quindi al Teatro Ambra Jovinelli di Roma, che ha la direzione artistica di Serena Dandini.

Leggi anche -> Frederick Lundqvist, chi è il compagno di Chiara Francini

Subito dopo arriva la tv con una serie di ruoli in programmi prodotti da Marco Giusti, per poi arrivare all’esordio in fiction. Arrivano quindi i primi ruoli sul grande schermo: recita con registi del calibro di Leonardo Pieraccioni, Francesco Patierno e addirittura con Spike Lee. Altri registi con cui recita sono Angelo Longoni, Emanuele Sana e Riccardo Milani.

Leggi anche -> Frederik Lundqvist, chi è il fidanzato di Chiara Francini

Carriera e curiosità sull’attrice Chiara Francini

Chiara Francini però si afferma quando viene scelta come protagonista di Maschi contro femmine nel 2010 e di Femmine contro maschi nel 2011, entrambi per la regia di Fausto Brizzi. Arriva ancora la tv, con la conduzione del programma televisivo Colorado. Altre apparizioni arrivano sul grande schermo, finché nel 2011 vince il Premio Guglielmo Biraghi come attrice rivelazione dell’anno.

Nel 2012 l’attrice diventa testimonial di Dolce & Gabbana nella campagna mondiale uomo P/E 2012. Arrivano tante offerte per il grande schermo: oltre al solito Fausto Brizzi, recita per Giambattista Avellino e Carlo Vanzina, fino a Gabriele Pignotta, alla sua opera prima.Tra le fiction, c’è Matrimoni e altre follie, per la regia di Laura Muscardin. Nel 2017 esordisce per Rizzoli con il romanzo Non parlare con la bocca piena.

Ottime le recensioni e le critiche per il suo romanzo d’esordio, successivamente pubblica altri romanzi di successo e negli ultimi anni si allontana un po’ da cinema e fiction, per tornare al suo primo grande amore, ovvero il teatro. Da diverso tempo, è compagna di vita dello svedese Frederick Lundqvist.