Fabrizio Corona: “Ilary Blasi, mi portarono le foto senza veli”

Fabrizio Corona racconta un retroscena sulla conduttrice e sfela altri fatti sulla Gregoracci e Briatore Ilary Blasi

Fabrizio Corona resta uno dei personaggi più controversi del gossip e dello spettacolo italiano. Ogni volta che rilascia dichiarazioni, c’è sempre un seguito di polemiche.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona (Getty Images)

Alcuni suoi interventi in tv sono memorabili come quando in occasione della terza edizione del Grande Fratello Vip ebbe un accesissimo litigio con Ilary Blasy.

L’ex re dei paparazzi è tornato a parlare proprio della conduttrice. L’ha fatto in quanto ospite di Peppy Night Fest, condotto da Peppe Iodice su Canale 21.

Ha innanzitutto spiegato che ci sono delle differenze tra lui e le altre persone dello spettacolo perché è a conoscenza di tante cose: “Io so dirti davvero chi è, da dove viene e perché. Questo è il mio mestiere. Questi personaggi li ho inventati tutti io“.

Poi la rivelazione bomba su Ilary Blasi. Sostiene che la moglie di Francesco Totti a 16 anni andava da lui con la madre che portava un book di foto senza veli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> GF Vip 6, Delia Duran si adegua al copione di Fabrizio Corona: ecco come

Fabrizio Corona: “Le mie ex mi amano ancora”

Ma le rivelazioni non finiscono qui. Parla anche di una ex coppia del gossip, molto chiacchierata, Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore, ha sostenuto che li ha fatti fidanzare lui.

Ha poi parlato dei suoi vecchi amori e di Lele Mora. Con Belen ha ancora un ottimo rapporto, con Nina Moric “è croce e delizia, ma rimane sempre la madre di mio figlio” e infine su Asia Argento “ci siamo trovati e abbiamo condiviso un momento della nostra pazzia”. Poi una convinzione: tutt’ e tre sono ancora innamorate di loro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un professore, anticipazioni seconda stagione: parla il regista

Ma se con Belen ha ancora rapporto, lo stesso non si può dire di Lele Mora che dal punto professionale “non vale niente. Negli anni 2000 – ha affermato –  noi comandavamo l’Italia. Oggi a lui non è rimasto niente”.