Martufello, l’accusa grave al comico: la sua difesa

Martufello è stato coinvolto in un caso penale che ha avuto gravi conseguenze. In seguito per un po’ di tempo era scomparso dalla scena

Forse alla maggior parte delle persone il nome di Fabrizio Maturani non dirà nulla perché è più noto come Martufello, il comico che ha fatto parte della compagnia del Bagaglino.

Martufello
Martufello (foto Facebook)

Il suo volto può forse essere noto agli appassionati di calcio che hanno visto su Netflix Il Divin Codino, il film su Roberto Baggio, dove ha interpretato il ruolo dell’allenatore Carlo Mazzone.

Nato a Sezze in provincia di Latina nel 1951, Martufello è noto per le capacità di riuscire a essere un artista sul palco che sa andare in varie direzioni, dal cabaret alla recitazione e qualche volta si è cimentato anche nel canto. Come se non bastasse, ha anche pubblicato dei libri e si può quindi definire scrittore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Martufello, che fine ha fatto l’attore: il Bagaglino e il dramma dell’incidente

Martufello e quel drammatico incidente

Nel 2015 un episodio ha occupato le pagine di cronache quando a Vetralla è rimasto vittima di un incidente stradale che per fortuna non ha avuto gravi ripercussioni, riportando solo la rottura del setto nasale. Maturani era a bordo del suo scooter quando fu urtato da un’auto e si ferì nella caduta.

Ma l’episodio che ha segnato molto più profondamente è stato quanto successo vent’anni prima, nel 1995. Fu sempre un incidente tra moto e auto, ma a bordo della vettura c’era lui e ci fu una vittima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uomini e Donne, Gloria si fa subito notare: chi è la nuova dama

Martufello procedeve lungo la via Cassia quando investì un uomo di 37 anni a bordo di uno scooter. Nell’impatto purtroppo non ci fu nulla da fare, nonostante l’avviso la chiamata tempestiva alle forze dell’ordine. L’attore spiegò che il guidatore del mezzo a due ruote procedeva a fari spenti e dunque non era visibile.