Morto l’ex senatore Bartolomeo Pepe, “era no vax”

Dramma a Napoli. A causa del Covid è morto a cinquantanove anni l’ex senatore Bartolomeo Pepe. Era stato ricoverato in terapia intensiva, ma dopo pochi giorni di intubazione in ospedale è morto.

Bartolomeo Pepe era ex senatore del Movimento 5 Stelle. Da mesi era anche un ostinato contestatore del Governo e un convinto no vax. In serata è arrivata la notizia della sua morte, avvenuta giovedì 23 dicembre a causa di una severa polmonite interstiziale collegata al Covid-19. Era stato ricoverato a Napoli, all’ospedale Cutugno.

Bartolomeo Pepe, politico critico contro il vaccino

L’ex senatore Bartolomeo Pepe (Getty)

Negli ultimi mesi il defunto si era schierato apertamente con i no vax. Si era opposto in pubblico e sui social alla campagna vaccinale, e non si era dunque vaccinato.

Nel 2013 era stato eletto dal Movimento 5 Stelle al Senato. Dopo due anni era però fuoriuscito dal partito e per iscriversi al gruppo Autonomie fino alla fine della legislatura. Durante il suo mandato parlamentare aveva provato anche a organizzare una proiezione del film Vaxxed, un discusso documentario di propaganda pseudoscientifica contro le vaccinazioni. In quell’occasione dovette rinunciare a causa di numerose proteste da parte di altri parlamentari. Dunque, l’ex senatore Pepe osteggiava i vaccini già prima dell’avvento del coronavirus.

In più, Pepe era un sostenitore di varie teorie del complotto. Si interessava alle scie chimiche, e nel 2016 aggredì in pubblico Daniele Matteo Cereda, affetto da sindrome di Asperger, accusandolo di essere un agente sotto contratto di lobby farmaceutiche che lo pagano per spacciarsi per autistico e fare disinformazione.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Covid, il no vax Mauro da Mantova finisce intubato: social scatenati

Recentemente aveva pubblicamente definito i timori dei cittadini per il Covid come una “ridicola isteria”.

Covid; la morte dell’ex senatore Pepe

La morte di Pepe, ex M5S

L’ex senatore campano era stato ricoverato per infezione da Covid-19 sabato diciotto dicembre presso l’ospedale Cutugno di Napoli, nel reparto specializzato di cura delle malattie infettive. Secondo i medici, le sue condizioni erano parse da subito critiche.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Falsi vaccini in cambio di soldi a Palermo: coinvolta infermiera e No vax

Ecco quanto riporta Il Mattino: il politico era stato contagiato nei giorni scorsi. Così, con il peggioramento delle sue situazioni di salute, era stato intubato in terapia intensiva.

Il politico era nato a Napoli nel 1962 e viveva a Casalnuovo, uno dei cosiddetti feudi del Movimento 5 Stelle in Campania. Ora la cittadina piange la scomparsa del suo rappresentante.