Perché Natale si festeggia il 25 dicembre: le origini

Con il Natale i cristiani ricordano la nascita di Cristo ma prima della diffusione del religione monoteista già una ricorrenza

Anche i bambini sanno che il 25 dicembre si festeggia la nascita di Gesù Cristo, soprattutto loro che vivono con allegria il lungo periodo di vacanze fatto di regali.

Natale
Sol Invictus (foto Facebook)

Come nella stragrande maggioranza delle feste religiose, ci sono origini antichissimi che nascono da credenze vecchie millenni, ereditate poi dagli uomini che sono diventati padroni del nuovo pensiero religioso che nel corso dei secoli si è fatto avanti.

Come sempre le stagioni e il ciclo della natura hanno un ruolo fondamentale perché la religione, così come ogni altra cosa, attinge e si adatta al tempo. Come la Pasqua varia in base alla Luna, anche il Natale anticamente era una festa basata sul movimento della terra intorno al Sole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Blanca, cosa ha deciso la Rai sulla seconda stagione della fiction

Natale: il sole e le altre divinità festeggiate il 25 dicembre prima di Cristo

Sol Invictus, Mitra, Horus, El Gabal, con l’inizio della stagione invernale l’uomo ha sempre fatto coincidere la festa di una divinità. Per i romani era il Sol Invictus, il Sole Invincibile.

Foto Facebook

Al solstizio, oggi fissato convenzionalmente al 21 dicembre, corrisponde la notte più lunga e il giorno più corto. Il sole che sembrava al ‘minimo’ della sua potenza, rinasceva e man mano dava giornate con ore di luce sempre maggiori.

L’interpretazione religiosa che si dava era proprio che mentre sembrava che stesse morendo, assumeva sempre più potere e diventava invincibile, appunto invictus. I romani celebravano questo giorno proprio il 25 dicembre.

Gli egiziani ricordavano invece la nascita di Horus e gli indopersiani quella di Mitra, i Siriani El Gabal e i Greci quella di Helios (Elio, sole). Tante altre sono le civiltà che festeggiavano il Dio Sole, motore della vita e della morte sulla terra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Patente di guida, cambia l’esame di teoria: tutte le novità

L’imperatore romano Aureliano il primo a istituire ufficialmente il 25 dicembre la festa del Sol Invictus nell’anno 274. Successivamente fu poi Costantino, uno dei padri ‘politici’ del cristianesimo, a trasformare la celebrazione con la nascita di Gesù nel 330.